€ 30.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Memorie. La Prima guerra mondiale dall'invasione del Belgio alla battaglia del Piave. La campagna d'Africa. Guerra senz'odio

Memorie. La Prima guerra mondiale dall'invasione del Belgio alla battaglia del Piave. La campagna d'Africa. Guerra senz'odio

di Erwin Rommel


  • Editore: Res Gestae
  • Data di Pubblicazione: maggio 2014
  • EAN: 9788866970828
  • ISBN: 8866970824
  • Pagine: VIII-775
  • Formato: brossura

Descrizione del libro

"La volpe del deserto", "un Annibale del XX secolo": molte definizioni sono state usate per Erwin Rommel, che resta senz'altro il più famoso comandante militare tedesco della Seconda Guerra Mondiale. Questo libro raccoglie le memorie e le esperienze militari di Rommel. Dagli inizi come ufficiale sul fronte occidentale nella Prima Guerra Mondiale, al suo ruolo determinante nella campagna italiana, a Caporetto, fino alla campagna d'Africa. Operazione quest'ultima che lo consegnò agli annali della storia. Le spericolate manovre con i mezzi corazzati nel deserto, il rapporto con i soldati, le strategie più originali riemergono nei pensieri del generale, insieme a fulminee previsioni sull'imminente sconfitta della Germania hitleriana. Le imprese di un soldato del regime che, all'accusa di alto tradimento, ha preferito la morte.

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 1 recensione)

5Geniale, 28-01-2017, ritenuta utile da 4 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Due volumi davvero eccezionali. I diari personali del maresciallo Rommel. Il primo tratta della Grande Guerra mentre il secondo tratta della seconda Guerra Mondiale. Tenente nel primo libro, generale nel secondo. Se possedete già il libro "fanteria all'attacco", questo allora non vi serve perché il primo volume è esattamente quel libro solo con un titolo differente. Rommel è molto pragmatico, impara dai suoi errori, ha un'astuzia ed un genio che difficilmente si riscontrano in altri generali della sua e di altre epoche storiche. A parer mio intellettualmente onesto anche se ovviamente non privo di difetti come tutti gli esseri umani e non immune agli errori. La storia non si studia con i vincitori, la storia non si studia attraverso documenti anonimi ma attraverso gli scritti di chi l'ha vissuta veramente e la racconta cosi come l'ha vista, interpretata sul momento e interpretata a posteriori. Ne consiglio la lettura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO