€ 19.80
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Memorie di Adriano. Seguite dai Taccuini di appunti

Memorie di Adriano. Seguite dai Taccuini di appunti

di Marguerite Yourcenar


Prodotto momentaneamente non disponibile

Trama del libro

Giudicando la propria vita di uomo e l'opera politica, Adriano non ignora che Roma finirà un giorno per tramontare; e tuttavia il suo senso dell'umano, eredità che gli proviene dai Greci, lo sprona a pensare e servire sino alla fine. "Mi sentivo responsabile della bellezza del mondo" afferma, personaggio che porta su di sé i problemi degli uomini di ogni tempo, alla ricerca di un accordo tra la felicità e il metodo, fra l'intelligenza e la volontà. Con uno scritto di Francesca Sanvitale.

Tutti i libri di Marguerite Yourcenar

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 2 recensioni)

4.0Nella vita bisogna lottare con pazienza, 09-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo è un racconto pregiato della vita di un giovane imperatore romano, Adriano, fatto da un'autrice che si è immersa profondamente e con ardore in una vita così remota riuscendo a rievocarne gli aspetti più salienti e rendendola così comprensibile e attuale. Sottoforma di lettera, si fa parlare l'imperatore stesso il quale si rivolge a "Marco" (ovvero Marco Aurelio) e l'autrice ripercorre, partendo prima dalla presentazione (sempre in prima persona) di concezioni filosofico-estetiche del protagonista, la sua giovinezza e l'ansia di non riuscire a diventare imperatore; l'annuncio della tanto attesa edizione da parte di Traiano, il raggiungimento del potere, l'amore per la Grecia, per la democrazia e la tolleranza, nonostante la monarchia sia una forma di tirannia; le donne come creature da ascoltare e attraverso le quali godere, gli uomini (i giovani) come creature da amare. La grande figura della madre adottiva (Plotina), donna fondamentale nella sua vita, l'amico Antinoo, giovane amato e amante, che lo segue passo passo, in tutti i suoi viaggi (Egitto, ITalia, Grecia, ecc...), nelle sue esigenze ed iniziazioni; il suicidio del ragazzo, momento cruciale della vita di Adriano. Insomma da tutto questo traspare l'interiorità di un monarca esteta e filosofo, prima di tutto, con alti valori umani, con le sue fragilità e la sua umanità, senza dimenticare comunque quella determinazione egoistica, bramosa di potere che lo infervorano negli ultimi giorni della vita di Traiano.
L'ultimo capitolo è la mirabile descrizione di un uomo invecchiato, un grande monarca ormai segnato, stanco, debole fisicamente, ma ancora attivo mentalmente, che riflette lucidamente sul suo successore, che si avvia quasi con rassegnazione alla fine dei suoi giorni, che non accetta la debilitazione fisica e il cui motto è "PATIENTIA", quasi un messaggio di speranza che vuole comunicare alla gioventù che lo seguirà. Nella vita bisogna lottare con pazienza!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Il ritratto di un uomo quasi saggio, 30-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Per dirla con l'autrice: "il ritratto di un uomo quasi saggio". Più che un libro di storia tuttavia, si tratta di un libro di filosofia nel senso che propone più una visione del mondo che una sequenza di eventi. Non proprio facile da leggere in quanto praticamente ogni pagina offre un sacco di stimoli e spunti meritevoli di approfondimento, ma che tuttavia distraggono e rendono irregolare il ritmo di lettura. Credo che sia un libro da riprendere in mano più volte, così come più volte in un arco di tempo di decenni è stato ripreso, abbandonato e rimaneggiato di nuovo dall'autrice.
Ritieni utile questa recensione? SI NO