€ 17.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Disponibile in altre edizioni:

Maus
Maus(2010)
€ 20.00 € 17.00
Disponibilità immediata
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
MAUS

MAUS

di Art Spiegelman


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Einaudi. Stile libero
  • Traduttore: Previtali C.
  • Data di Pubblicazione: novembre 2000
  • EAN: 9788806154950
  • ISBN: 8806154958

Descrizione del libro

La storia di una famiglia ebraica tra gli anni del dopoguerra e il presente, fra la Germania nazista e gli Stati Uniti. Un padre, scampato all'Olocausto, una madre che non c'è più da troppo tempo e un figlio che fa il cartoonist e cerca di trovare un ponte che lo leghi alla vicenda indicibile del padre e gli permetta di ristabilire un rapporto con il genitore anziano. Una storia familiare sullo sfondo della più immane tragedia del Novecento. Raccontato nella forma del fumetto dove gli ebrei sono topi e i nazisti gatti.

I libri più venduti di Art Spiegelman:

Tutti i libri di Art Spiegelman

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.7 di 5 su 23 recensioni)

5.0Da avere, 18-06-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Non solo è un libro, una testimonianza toccante sotto forma di grphic novel... Anche una perla, un racconto intenso, vero, incredibilmente coinvolgente. Da avere. Per leggerlo, rileggerlo, tramandarlo ai figli, prestarlo a chi vogliamo bene... Per non dimenticare il passato. Per apprezzare maggiormente il presente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il più grande libro sulla Shoah, 25-05-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Realizzato negli anni Ottanta dal cartoonist underground Art Spiegelman, il fumetto narra le vicende dei suoi genitori, Vladek e Anja, ebrei polacchi, durante la seconda guerra mondiale e poi ad Auschwitz.
Un racconto toccante, tra il presente a New York e il passato negli anni Trenta e Quaranta, che ha per protagonisti topi (gli ebrei) , gatti (i nazisti) e maiali (i polacchi) e che è valso al suo autore il prestigioso Premio Pulitzer.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Un fumetto, 27-03-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
C'è chi dice che è un fumetto, in realtà è un piccolo grande capolavoro. Aver usato l'olocausto con la tecnica del fumetto era un rischio, ma è stata una scelta azzeccata. E' un libro che meriterebbe di essere letto nelle scuole, una storia appassionante, dolorosa, ma tremendamente vera. La lettura scorre veloce grazie alle immagini, che aiutano a rendere ancora più realistica l'esperienza condivisa. Ha vinto anche il pulitzer. Consigliatissimo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Sopravvissuto., 10-11-2011, ritenuta utile da 8 utenti su 12
di - leggi tutte le sue recensioni
Graphic novel che interpreta la tragedia dell'Olocausto raccontata dal figlio di un sopravvissuto ad Auschwitz. Dall'inasprimento delle condizioni di vita degli ebrei negli anni precedenti allo scoppio della guerra fino ad arrivare ad uno spaccato molto chiaro della vita dei deportati nei campi di concentramento. Padre e figlio che parlano che si raccontano ma hanno uno stile di vita ben diverso, il padre e' un reduce dagli orrori del nazismo e manifesta in ogni suo gesto questo suo passato angoscioso imponendolo a tutta la famiglia, ed il figlio si rende conto che le barbarie subite da questi sopravvissuti si estendono fino alla sua generazione. Gli ebrei sono disegnati come topi proprio come li rappresentava la propaganda nazista, e i nazisti come i gatti che in realta' rappresentano i predatori dei topi per anotnomasia. Un bel libro, leggero e scorrevole fatto solo di dialoghi che esprimono in modo evidente cosa rappresentava essere ebreo negli anni bui del nazisto e le sue conseguenze.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0L'olocausto graphic novel, Maus, 03-09-2011, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
In questa toccante graphic novel Spiegelman ci narra l'olocausto attraverso il racconto del padre, un sopravvissuto, a partire dall'avvento del nazismo passando per i ghetti, le deportazioni, i campi di concentramento e infine la liberazione e il difficile ritorno alle vita.
I disegni di Spiegelman, semplici ma al tempo stesso particolareggiati e toccanti riescono a trasmettere molte emozioni.
In Maus non ci sono persone vere e proprie, ma persone col corpo umano e la testa di un animale: gli ebrei sono topi, i tedeschi gatti, mentre i polacchi sono maiali e gli americani dei cani.
Maus non è solo una lettura indispensabile per tutti coloro che amano le graphic novel ma lo è anche per tutti i lettori.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su MAUS (23)