€ 8.07€ 8.50
    Risparmi: € 0.43 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibilità immediata solo 1 pz.
Ordina entro 50 ore e 37 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo martedì 18 maggio. Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Un mattino a Irgalem

Un mattino a Irgalem

di Davide Longo

18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Trama del libro

"Uomo sbagliato, posto sbagliato, tempo sbagliato". È questo lo stato d'animo di Pietro, giovane avvocato di Torino, appena promosso tenente nel Regio esercito italiano. Regio di nome, fasullo, fascista di nerbo, fin troppo reale. Difatti: l'anno di disgrazia è il 1937, il luogo della tragedia è l'Etiopia, dove è appena "tornato l'impero dei colli fatali", "eia-eia-alalà" e tutto il resto della farsa macabra. Il potere militare in orbace, o qualsivoglia imitazione del medesimo, affida a Pietro il classico caso che nessun avvocato vorrebbe nemmeno da morto. Ritrovarsi scaraventato 'ab imperio' a migliaia di chilometri da casa, a difendere l'indifendibile. Sul sergente Prochet, duro e puro comandante dei gruppi esploratori etiopi, grava infatti l'accusa di omicidio. Un momento, un momento: omicidio nel mezzo di una brutale guerra coloniale? Omicidio in un contesto che fa dell'omicidio stesso la propria divinità? A quanto pare, però, il sergente Prochet è andato un minimo sopra le righe. Un'incursione in un remoto villaggio nel deserto si è risolta in un bagno di sangue talmente efferato da fare impallidire perfino il Teatro del Grand Guignol. Pietro deve quindi difendere l'imputato che non solo non parla ma che tutti quanti - dai vertici del fascio ai disperati sopravvissuti etiopi - vogliono morto. Eppure, nulla è come appare.

I libri più venduti di Davide Longo

Vedi tutti

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 1 recensione)

4Un mattino in Africa , 22-03-2021
di - leggi tutte le sue recensioni
Un mattino a Irgalem racconta di un avvocato mandato a Irgalem per seguire un caso giudiziario durante la colonizzazione italiana fascista. Longo più che narrare, lascia intuire, senza rivelare mai del tutto né il suo personaggio né la storia che va tessendo e crea un romanzo breve, angosciante e delicato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO