€ 15.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Disponibile in altre edizioni:

La masseria delle allodole
€ 13.00 € 11.70
Disponibilità immediata solo 1pz.
La masseria delle allodole
€ 11.00 € 10.34
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
La masseria delle allodole

La masseria delle allodole

di Antonia Arslan


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Rizzoli
  • Collana: Scala italiani
  • Data di Pubblicazione: aprile 2004
  • EAN: 9788817001441
  • ISBN: 8817001449
  • Pagine: 233
  • Formato: rilegato

Trama del libro

Ispirato ai ricordi familiari dell'autrice, il racconto della tragedia di un popolo "mite e fantasticante", gli armeni, e la struggente nostalgia per una terra e una felicità perdute. La masseria delle allodole è la casa, sulle colline dell'Anatolia, dove nel maggio 1915, all'inizio dello sterminio degli armeni da parte dei turchi, vengono trucidati i maschi della famiglia, adulti e bambini, e da dove comincia l'odissea delle donne, trascinate fino in Siria attraverso atroci marce forzate e campi di prigionia. In mezzo alla morte e alla disperazione, queste donne coraggiose, spinte da un inesauribile amore per la vita, riescono a tenere accesa la fiamma della speranza; e da Aleppo, tre bambine e un "maschietto-vestito-da-donna" salperanno per l'Italia...

Tutti i libri di Antonia Arslan

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.9 di 5 su 17 recensioni)

4La storia una famiglia: la tragedia di un popolo, 11-02-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Probabilmente per la professoressa Arslan, erede di una famiglia solo in parte sopravvissuta al genocidio armeno, e anche docente di letteratura e scrittrice di saggi, deve essere stato quasi un obbligo dedicarsi alla storia romanzata del dramma del suo popolo, ricostruendo come questo ha toccato i suoi progenitori: lo ha fatto con una ricerca che dà luogo a una scrittura almeno a tratti emozionante e drammatica, anche se di non facile lettura. Il pregio principale dell'opera è certamente quello di riportare all'attenzione una strage che è spesso dimenticata o che si sottovaluta nelle proporzioni; per quanto riguarda l'aspetto romanzesco, si nota una sproporzione tra i momenti drammatici, che sono descritti con rigore e rendono perfettamente, dall'episodio familiare, la tragedia del popolo, e quelli in cui si va a cercare la descrizione minuziosa del particolare rendendo la lettura difficile e talvolta pesante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Un grande esodo, una grande sofferenza, 31-01-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Un vero racconto su uno dei genocidi più difficili e controversi della storia. Quello del popolo Armeno. Fin dalle prime pagine, c'è tanto realismo e crudeltà, a partire dal racconto dello sterminio di una povera famiglia armena, e di come i pochi superstiti cercheranno di ricostruirsi una vita tra mille difficoltà. È un libro che sconvolge dal profondo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Un genocidio nascosto, 28-01-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Nei libri di storia dello scorso millennio mancava ogni riferimento al genocidio degli armeni, a una pagina sconvolgente che ha messo in luce le radici di situazioni che hanno riflessi anche sull'attualità. Per comprendere anche il significato della parola diaspora. Sono tanti i popoli che hanno sofferto e che non trovano una vera casa nel mondo. Da leggere per capire.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Triste storia di una famiglia di armeni, 30-05-2014
di - leggi tutte le sue recensioni
Poetico il linguaggio, estremamente ricercato ed elegante, con cui l'autrice narra la storia di un ramo della sua famiglia, massacrata fino all'ultimo uomo durante la persecuzione degli armeni, le donne costrette ad un viaggio che le porterà, affamate e sfinite, fino ad un'insperata salvezza. Triste e crudele, cruento nel massacro ma sempre descritto con poesia e allusioni nei suoi significati più terrificanti. Nessuno si salva alla crudeltà dei turchi, neppure i bambini. Un massacro poco conosciuto e poco noto, passato sotto silenzio nonostante abbia coinvolto di migliaia e migliaia di persone. Sicuramente da leggere, da riflettere e da non dimenticare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Da leggere!, 19-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Non avevo mai letto niente sul genocidio degli armeni, questo libro purtroppo mi ha chiarito bene la vicenda tanto farmi "star male" durante la lettura.
L'autrice (di origine armena) racconta la storia della sua famiglia.
I fatti elencati sono terribili, drammatici e allucinanti ma la Arslan riesce a farlo con una prosa bellissima che contribuisce a rendere più vivide le scene di crudeltà, i momenti di spensieratezza, di felicità, speranza, e rafforzare tutti i sentimenti presenti in questo libro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su La masseria delle allodole (17)