€ 10.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Disponibile in altre edizioni:

La manomissione delle parole
€ 9.00 € 8.46
Disponibilità immediata
La manomissione delle parole
€ 13.00 € 6.50
Disponibilità immediata solo 1pz.
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
La manomissione delle parole

La manomissione delle parole

di Gianrico Carofiglio


Prodotto momentaneamente non disponibile

Descrizione del libro

Le parole servono a comunicare e raccontare storie. Ma anche a produrre trasformazioni e cambiare la realtà. Quando se ne fa un uso sciatto e inconsapevole o se ne manipolano deliberatamente i significati, l'effetto è il logoramento e la perdita di senso. Se questo accade, è necessario sottoporre le parole a una manutenzione attenta, ripristinare la loro forza originaria, renderle di nuovo aderenti alle cose. In questo libro, atipico e sorprendente, Gianrico Carofiglio riflette sulle lingue del potere e della sopraffazione, e si dedica al recupero di cinque parole chiave del lessico civile: vergogna, giustizia, ribellione, bellezza, scelta, legate fra loro in un itinerario concettuale ricco di suggestioni. Il rigore dell'indagine - letteraria, politica ed etica - si combina con il gusto anarchico degli sconfinamenti e degli accostamenti inattesi: Aristotele e don Milani, Cicerone e Primo Levi, Dante e Bob Marley, fino alle pagine esemplari della nostra Costituzione. Ne derivano una lettura emozionante, una prospettiva nuova per osservare il nostro mondo. Chiamare le cose con il loro nome è un gesto rivoluzionario, dichiarava Rosa Luxemburg ormai un secolo fa. Ripensare il linguaggio, oggi, significa immaginare una nuova forma di vita.

I libri più venduti di Gianrico Carofiglio:

Tutti i libri di Gianrico Carofiglio

Voto medio del prodotto:  4.0 (4.1 di 5 su 20 recensioni)

4.0Delizioso!, 25-11-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
Gianrico Carofiglio spiega, nelle pagine che compongono questo libro, il proprio amore per le parole e per la lingua italiana. L'autore prende spunto da alcune parole, importanti e insieme pesanti, come "libertà", o "giustizia", e le analizza, le smonta, le rimira e le rimonta. Tutta questa operazione non rimane nella testa dell'autore, il quale non si limita infatti a restituire al lettore il semplice risultato finale del suo studio: anzi, ogni singolo momento della sua "manomissione" viene esplicitato, dal punto di vista storico, etimologico e sociale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La manomissione delle parole, 05-07-2011, ritenuta utile da 3 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Per il primo approcio con Carofiglio sono voluto partire da una sua opera più saggistica che letteraria. Ho scelto una sua opera anomala, non si tratta infatti di un racconto, ma di una serie di riflessioni sul linguaggio, la società e la politica svolte da Carofiglio in occasione del Salone del Libro di Torino nel 2009 e del Festival del Diritto di Piacenza nel 2008.
La chiarezza della prosa è esemplare e perfettamente coerente con quanto lo scrittore afferma sulla comunicazione e sul potere che deriva da un linguaggio incomprensibile. Il filo dei ragionamenti è ricco, alto, colto, raffinato e corredato da un apparato bibliografico curato in modo mirabile da Margherita Losacco.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La manomissione delle parole, 04-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un pamphlet a metà tra il politico e il sociologico, con una spruzzata di buonismo e perbenismo di sinistra. Sull'argomento si era già espresso e in modo definitivo, Nanni Moretti: "Le parole sono importanti. Chi parla male, pensa male e vive male". Rimane comunque una buona lettura anche per i neofiti di Carofiglio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Parole per pensare, 07-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Concentrarsi sulle parole, ricercandone puntigliosamente il "senso" per confrontarlo con la "funzione" (talvolta contraddittoria rispetto al suo significato) che alla stessa parola viene attribuita, è esercizio di libertà. Salvare il nostro personale vocabolario, senza lasciarsi condurre nelle banalità (soprattutto televisive), ci salverà non solo dal conformismo, ma anche dalla degradazione della nostra personale dignità. La riflessione di Carofilio, pertanto, pur non avendo scritto un saggio, può risultare utile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Manomettere è comandare, 13-03-2011, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Carofiglio ci introduce in una analisi filologica ragionata del logos, la cui neutralità la riteniamo per presupposta ma della cui funzionalità siamo tutti inconsapevolmente vittime, artatamente superando - nell'odierna società, formale e medializzata - il limite della sua portata originaria, per evidenziarci la fragilità intrinseca del concetto riferito, che diviene "flessibilizzato" ad uso improprio dai manipolatori di professione, strumento dialettico di comando. Chiarissimo l'accostamento alla "neolingua", eticamente uniformante, di orwelliana memoria (1984).
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su La manomissione delle parole (20)