€ 11.40€ 12.00
    Risparmi: € 0.60 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 3/4 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Malina
Malina(1987)
€ 17.10 € 18.00
Disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Malina

Malina

di Ingeborg Bachmann

  • Editore: Adelphi
  • Collana: Gli Adelphi
  • Traduttore: Manucci M. G.
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2003
  • EAN: 9788845918148
  • ISBN: 8845918149
  • Pagine: 297
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Trama del libro

Malina è la storia di un abnorme triangolo amoroso e di un abnorme assassinio. Leggibile sui più diversi piani, immediato e insieme carico di riferimenti nascosti, quasi temerario nel toccare anche l'attualità più intrattabile o la più proibita realtà dei sentimenti, questo romanzo narra una storia che ha la massima concretezza, facendola però coincidere con un delirio segreto che appartiene a un'altra realtà, con una favola nera che un mondo visibile potrebbe difficilmente ospitare.


Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Malina acquistano anche Anche l'acqua ha sete di Beatrice Orsini € 9.40
Malina
aggiungi
Anche l'acqua ha sete
aggiungi
€ 20.80

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Malina e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 1 recensione)

4Malina, 19-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Dopo due false partenze sono riuscita a sintonizzarmi con il ritmo di questo libro, forse un romanzo, forse no, sicuramente a tratti una bellissima parafrasi poetica.
E' un testo di non facile lettura: pensieri, sogni, paure, nevrosi, deliri, disagi esistenziali... Tutto a ruota libera, un fiume di parole, una "ruminazione" del proprio cuore e della propria mente, esposta, quasi esibita, senza ipocrisia e pudore: vivere ardendo e non sentire il male. Dove è scritto?
Pazzesco! Conoscendo un po' la biografia dell'autrice (consiglio vivamente di leggere il bellissimo capitolo intitolato "Lacerazione", dedicato alla Bachmann da Grazia Livi nel suo libro Le lettere del mio nome) ho subito identificato l'io narrante una donna di cui non viene detto il nome con lei. E allora questo libro mi è parso un disperato grido d'aiuto, un'invocazione senza speranza, perché ormai non c'era più nulla da dire e non c'era più nulla da fare (è infatti il suo ultimo libro) : il mondo in cui impazzisco è finito.
E ancora:
"Io scuoto di nuovo la testa, non vuol dire niente, e poi non so niente, e se sapessi o lui me lo dicesse, non ci sarebbe una risposta, non qui e non ora e mai più sulla terra. Finché vivo non ci sarà una risposta".
Un libro arduo e misterioso. Lacerante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Portrebbero piacerti anche...

Ultimi prodotti visti