€ 13.44€ 14.00
    Risparmi: € 0.56 (4%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Lusofônica. La nuova narrativa in lingua portoghese

Lusofônica. La nuova narrativa in lingua portoghese

di G. De Marchis (a cura di)


  • Editore: La Nuova Frontiera
  • Collana: Liberamente
  • A cura di: G. De Marchis
  • Data di Pubblicazione: maggio 2006
  • EAN: 9788883730610
  • ISBN: 8883730615
  • Pagine: 168
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

Diciannove racconti di altrettanti giovani scrittori presentano al lettore italiano un ritratto inedito della letteratura in lingua portoghese. Dalle assolate savane alle insonni megalopoli africane passando per un Portogallo molto più inquieto di quanto si pensi. Un mosaico di voci composto, tra gli altri, da Lídia Jorge, Moacyr Scliar e Pepetela, che ripensano a quel decennio di speranze e delusioni in cui germogliarono le società inesorabilmente libere del futuro. Figli dei traumi e dei profondi cambiamenti che hanno caratterizzato la storia anche recente di Brasile, Angola, Portogallo e Mozambico, gli autori di Lusofônica sono la prima generazione letteraria per la quale il passato è inesorabilmente una terra straniera.

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 1 recensione)

5la letteratura portoghese in 3 continenti, 15-02-2008, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro è davvero ben fatto, per meglio dire, i racconti sono stati scelti per bene. La sudduvisione che viene fatta in Porotgallo, Africa e America, è un'ottima trovata, ma a mio parere trovo molto più interessanti e meno tristi (anche se enormemente seri e delicati) i testi che riguardano l'Africa (in primis) e il Portogallo (poi). Ondjaki e Pepetela sono semza dubbio tra i migliori scrittori di lingua portoghese provenienti dall'Africa. I racconti che invece riguardano la parte America, hanno quel tocco di "saudade" brasiliana forse un po troppo pesante. Si perdono nei loro viaggi psichici che trasmettono una forte cupidigia. Ripeto, il libro è ottimamamente pensato, peccato solo non aver riportato anche i testi in lingua originale, avrebbe dato una migliore visione delle differenze stilistiche e culturali sicuramente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti