€ 10.45€ 11.00
    Risparmi: € 0.55 (5%)
Disponibilità immediata solo 1 pz.

Disponibile in altre edizioni:

La lettera scarlatta
La lettera scarlatta(2013 - brossura)
€ 7.60 € 8.00
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
La lettera scarlatta
La lettera scarlatta(2014 - brossura)
€ 8.07 € 8.50
Disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
La lettera scarlatta

La lettera scarlatta

di Nathaniel Hawthorne

18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Trama del libro

"La lettera scarlatta" conserva per il lettore moderno la carica suggestiva del capolavoro, dell'opera irripetibile che ha contribuito in maniera determinante a segnare la maturità artistica della letteratura americana. Attilio Brilli L'ambiguità del confine tra colpa e innocenza, la difesa ossessiva di tabù inviolabili, la forza inarresta-i bile della passione: ambientato nel XVII secolo, in una Boston prigioniera di quella rigidità inflessibile che contraddistingueva il puritanesimo delle prime colonie americane, La lettera scarlatta narra la vicenda di Hester Prynne. Diventata madre in seguito a una relazione illegittima, Hester viene bollata come peccatrice dai suoi concittadini e costretta a portare sul petto la "A" di adultera come marchio della propria colpa. In un crescendo di tensione che intreccia il travaglio interiore della protagonista con l'ostilità cieca della comunità che la circonda, Hawthorne costruisce una grande epica negativa di una società fondata sul fanatismo e la repressione. E, nello stesso tempo, dischiude il lato più intimo del conflitto che da sempre accompagna la scelta di vivere fino in fondo le proprie passioni e la propria libertà. Un capolavoro della letteratura americana in una nuova traduzione di Flavio Santi.


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.8 di 5 su 22 recensioni)

5Le contraddizioni di un'epoca, 18-05-2012, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Il romanzo è un classico della letteratura anglo-americana. Esso descrive i rigidi costumi dell'Inghilterra puritana che marchiano come adultera la protagonista del romanzo. L'argomento coinvolge il lettore fin dall'inizio e così egli e' portato, dalla curiosità stimolata dalla lettura, ad arrivare al termine del romanzo per scoprirne la fine che non è per nulla banale o scontata.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3La lettera scarlatta, 28-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
E' un libro che racconta un mondo di ingiustizie e bigottismo che in America non è del tutto lontano e finito. Il dramma interiore dei personaggi tiene viva la lettura fino alla fine, è ben descritto, non c'è liberazione, non c'è espiazione, chi commette uno sbaglio avrà un infame marchio per tutta la vita. E' un classico di livello inferiore rispetto ad altri libri ben più importanti, ma il messaggio arriva chiaro e questo conta. Resta comunque migliore del pessimo film.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2La lettera scarlatta, 09-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo romanzo di Hawthorne si lascia leggere nonostante una certa filosofia teologica di fondo, è'la storia, un pò datata, del puritanesimo bacchettone della Nuova Inghilterra, scritta da un erede di miseri puritani. Dal romanzo emerge in modo elevato lo stato d'animo della protagonista. Con tutte le sue paure, i suoi peccati, le sue scelte. Scrittura ricercata, per certi versi, contemporaneamente, moralista ed antimoralista. Buono non eccelso.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5La Lettera Scarlatta, 02-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
L'ho trovato molto interessante, soprattutto la ricostruzione storica di quella che è stata la società puritana americana. Il tratteggio dei personaggi e soprattutto le descrizioni dei sentimenti contrastanti in essi sono trattate con enorme sensibilità, e suscitano grandissima empatia. Un altro dei classici che non può mancare nella prorpria libreria;
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Rosso su grigio, 29-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo affascinante romanzo mette in campo diverse strategie per avvincere il lettore alla trama, problematica e aperta a diverse interpretazioni. Il setting puritano è giocato sul contrasto tra i colori grigi e bui, che rendono bene l'atmosfera di rigore, di rigidità e di autoritarismo religioso dell'America secentesca, e il rosso fuoco della A (di "adulterio") ricamata su petto della protagonista Ester. Questo splendido personaggio femminile affronterà il suo destino, immerso nella dura società puritana ma anche in una grande passione, grazie alla sua indole combattiva e insieme artistica, aperta alla condivisione, alla dolcezza ma anche alla fortezza d'animo. La protagonista è inserita dentro ad un sistema di personaggi ben congegnato, che vuole mettere in scena la complessità della natura umana, il mistero della vita psichica-emotiva e i problemi della percezione del bene e del male. Infine, la tensione tra privato e pubblico, l'intreccio tra realismo storico e simbolismo, tra psicologia personale e società, il dissidio tra le norme e la legge interiore del cuore fanno di questa vicenda una appassionante storia godibile in ogni tempo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su La lettera scarlatta (22)