€ 4.61€ 4.90
    Risparmi: € 0.29 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
La lettera scarlatta. Ediz. integrale

La lettera scarlatta. Ediz. integrale

di Nathaniel Hawthorne


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Newton Compton
  • Collana: I MiniMammut
  • Traduttore: Martini F. M.
  • Data di Pubblicazione: gennaio 2016
  • EAN: 9788854186224
  • ISBN: 8854186228
  • Pagine: 154
  • Formato: rilegato
  • Ean altre edizioni: 9788854120549, 9788854154582

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

La giovane Ester Prynne, condannata per adulterio nella puritana Boston, sarà costretta a portare per sempre sul seno una fiammeggiante, scarlatta, lettera "A" (A come adulterio? Come Arte? Come America?), da lei stessa ricamata. Ester non ha mai voluto rivelare il nome del suo "complice" che infine lacerato tra ansia di schiettezza e orgoglio, e perseguitato dal marito della giovane - cederà, confessando la sua colpa. La lettera scarlatta, libro che rese celebre il nome di Nathaniel Hawthorne, è un esempio di fusione perfettamente riuscita tra sviluppo tematico-narrativo, delineazione dei personaggi e procedimenti linguistico-stilistici. Hawthorne fa di Ester un personaggio esemplare: mostrando, da un lato, una compartecipazione profonda, ma soffermandosi, dall'altro, in un pensoso e drammatico indugio di fronte alla sua "colpa", pur condannando l'implacabilità puritana e la violenza moralistico-sociale di cui è vittima. Introduzione di Tommaso Pisanti.

Tutti i libri di Nathaniel Hawthorne

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano La lettera scarlatta. Ediz. integrale acquistano anche Viaggio al centro della terra. Ediz. integrale di Jules Verne € 4.61
La lettera scarlatta. Ediz. integrale
aggiungi
Viaggio al centro della terra. Ediz. integrale
aggiungi
€ 9.22

Voto medio del prodotto:  0 (0 di 5 su 0 recensioni)

3"A" come Adulterio, 24-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
La lettera, simbolo che accomuna la sventurata Ester Prynne e il suo inizialmente misterioso amante: per lei una lettera di stoffa scarlatta accuratamente ricamata, cucita sul petto a eterno ricordo della sua "colpa"; per lui una lettera non visibile dall'esterno ma altrettanto dolorosa, impressa nella sua carne. Per Ester una dura prova quella di affrontare la vita tutti i giorni, con quella lettera infuocata sulla veste, visibile a tutti, in una comunità puritana ed estremamente rigida nei costumi. Ma la donna che ci descrive Hawthorne è una donna forte, capace di vivere del suo modesto lavoro, senza troppe pretese, felice di donare il superfluo ai più bisognosi e capace, nonostante tutto, di enorme generosità verso quella comunità a lei così ostile. Non altrettanto forte nell'affrontare questo dolore è il suo amante che, sebbene il suo segreto sia protetto, si consumerà giorno per giorno nella consapevolezza della sua debolezza e incapacità di rivelarsi per quello che realmente è. Un'altra figura inquietante poi, quasi demoniaca, è quella del marito di Ester, che complica il già delicato equilibrio di una donna costretta a vivere ai limiti della società, a crescere da sola la sua bambina, frutto di quell'adulterio che l'ha resa peccatrice e che, nonostante questo, sentirà il bisogno di educare al culto religioso. Ester è inoltre una donna combattuta, divisa tra le idee moderne e quasi rivoluzionarie e il suo dovere, come madre e donna legata pur sempre a quel puritanesimo così opprimente, di seguire alla lettera i precetti di stampo conservatore imposti dalle autorità.
Un romanzo che trasporta il lettore nel tardo Seicento, in una colonia inglese del Massachusetts: la mentalità puritana è alla base della vita in quel Nuovo Mondo che, ancora prima dei pionieri e della corsa verso ovest, alla conquista della frontiera, ha visto nella colonizzazione di quelle coste selvagge la realizzazione per i pellegrini europei di un "sogno americano", che allora coincideva con la ricerca di una Terra Promessa, la costruzione di una "Nuova Gerusalemme".
Ma Hawthorne racconta nel dettaglio anche le contraddizioni di questa comunità: così chiusa nella sua apparenza perbenista da scagliarsi senza esitazioni verso una donna preda delle sue passioni, che vivrà per sempre la sua "debolezza" come un enorme peccato da espiare nella vergogna, nella prostrazione e nella solitudine, ma che con altrettanta noncuranza nasconde i propri lati peccaminosi sotto una facciata moralista, che come la Storia ci ricorda sfocerà in seguito in un fanatismo estremista.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti