€ 8.90
Fuori catalogo - Non ordinabile

Disponibile in altre edizioni:

La lancia del destino
La lancia del destino(2008 - rilegato)
€ 8.30 € 16.60
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
La lancia del destino

La lancia del destino

di Arnaud Delalande


  • Editore: TEA
  • Collana: Teadue
  • Traduttore: Dompè M.
  • Data di Pubblicazione: settembre 2010
  • EAN: 9788850221929
  • ISBN: 8850221924
  • Pagine: 340
  • Formato: brossura

Trama del libro

Gerusalemme, 33 d.C. Il centurione Longino affonda la propria lancia nel costato di Gesù Cristo, per assicurarsi che l'uomo crocefisso sia morto. Dalla ferita sgorgano sangue e acqua, che cadono sul centurione, guarendolo all'istante da una malattia agli occhi. Nei secoli, quella lancia diventa una delle reliquie più misteriose della cristianità... Megiddo, 2006. Nel luogo che, secondo la Bibbia, sarà lo scenario dell'Apocalisse, una spedizione archeologica sovvenzionata dal Vaticano viene trucidata e la reliquia portata alla luce - la Lancia di Longino - sembra svanita nel nulla. Il papa è sconvolto: se la Lancia dovesse cadere nelle mani sbagliate, la Chiesa stessa rischierebbe di crollare. Dunque si affida a Judith Guillemarche, studiosa di storia del cristianesimo e consulente fidata del Vaticano, e le chiede di indagare in segreto sulla faccenda. Costretta a una folle corsa contro il tempo, Judith si ritroverà a seguire una serie di tracce che la porteranno dalla cripta di San Pietro al suk del Cairo, da Gerusalemme al monastero di Santa Caterina, e alla scoperta del folle progetto che si nasconde dietro la strage di Megiddo e il furto della Lancia...

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 1 recensione)

4Inquietante verità sull'umanità, 24-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
L'animo umano è egoista, l'animo umano è crudele, l'animo umano è irrimediabilmente irrazionale! Arnaud Delalande fa emergere questa cruda verità con il suo romanzo. Una storia surreale ma che è capace di incutere angoscia e fa riflettere sugli atteggiamenti umani.
Per una volta la Chiesa Cattolica non è condannata per quello che non è, ma è "premiata" per quello che è e/o potrebbe essere a seconda dei pareri del lettore.
L'autore, infatti, non condanna nessuno! Stato capace di mantenersi fuori dalla realtà pur adottando lo stesso ambiente e clima!
Ritieni utile questa recensione? SI NO