€ 16.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Disponibile in altre edizioni:

Italiani, brava gente?
Italiani, brava gente?(2014 - brossura)
€ 9.00 € 8.64
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Italiani, brava gente?
Italiani, brava gente?(2009 - brossura)
€ 12.00 € 11.52
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Italiani, brava gente?

Italiani, brava gente?

di Angelo Del Boca


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Neri Pozza
  • Collana: I colibrì
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2005
  • EAN: 9788854500136
  • ISBN: 8854500135
  • Pagine: 318
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Italiani, brava gente? Non la pensa così lo storico Angelo Del Boca che ripercorre la storia nazionale dall'unità a oggi e compone una sorta di "libro nero" degli italiani, denunciando gli episodi più gravi, in gran parte poco noti o volutamente e testardamente taciuti e rimossi. Si va dalle ingiustificate stragi compiute durante la cosiddetta "guerra al brigantaggio" alla costruzione in Eritrea di un odioso universo carcerario. Dai massacri compiuti in Cina nella campagna contro i boxer alle deportazioni e agli eccidi in Libia a partire dal 1911. Dai centomila prigionieri italiani lasciati morire di fame in Austria, durante la Grande Guerra, al genocidio del popolo cirenaico fino alle bonifiche etniche sperimentate nei Balcani.

Tutti i libri di Angelo Del Boca

Voto medio del prodotto:  4 (4.4 di 5 su 5 recensioni)

4Necessaria contro-storia., 25-10-2015
di - leggi tutte le sue recensioni
La rassicurante retorica auto-assolutoria che immagina il cittadino italiano come fondamentalmente incapace di atti di crudeltà si dissolve, pagina dopo pagina, nella cruenta, efferata e mostruosa sequela di avvenimenti (quasi tutti occultati e rimasti impuniti) documentati nel testo. Massacri, stragi, deportazioni, schiavismo, pulizie etniche, uso di armi chimiche, crimini, eccidi e barbare violenze perpetrate dai nostri connazionali seppelliscono senza possibilità di appello il falso e comodo mito. Necessaria contro-storia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Domanda finalmente soddisfatta!, 07-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Del Boca da un'interpretazione ed una visione d'insieme unica del problema susseguente alla fatidica domanda che costituisce il titolo del libro; gli italiani sono considerabili ancora "brava gente", anche alla luce del loro passato coloniale? Se leggerete con attenzione avrete molto su cui riflettere e troverete da soli la risposta. Molto consigliato!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Italiani gente comune, 07-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Angelo Del Boca, da sempre impegnato nel denunciare gli orrori delle guerre coloniali italiane, allarga lo sguardo verso tutta la storia d'Italia e aggiunge il suo nome a quello di altri storici, seri come lui, che hanno fatto rivivere gli orrori dello sterminio perpetrato dai piemontesi nei confronti dei cosiddetti "briganti" e sfata il falso mito degli "italiani brava gente"!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Italiani, brava gente?, 03-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Grazie ad Angelo del Boca per questo stupendo affresco di una realtà che non sembra finita e la cui ignoranza ha reso l'Italia il paese senza storia in cui viviamo oggi.
Difficile ma necessario leggere questo libro!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Italiani, brava gente ?, 25-08-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Purtroppo molte volte siamo convinti che noi italiani, come esercito, quando andiamo e siamo andati in giro a fare le guerre, comprese quelle in Africa, ci siamo compotati meglio che altri eserciti; questo libro analizza i lati nascosti delle guerre, quello che non ci vogliono fare sapere o che vengono dette una sola volta e poi basta.La storia vista non sempre dalla parte del vincitore ma anche dalla parte di chi subisce i sopprusi.Il libro fà capire che non esiste bandiera e che l'uomo quando è in guerra si comporta nel peggiore dei modi, dando adito a tutti gli istinti barbari più sommessi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO