€ 6.90
Attualmente non disponibile, ma ordinabile (previsti 15/20 giorni lavorativi)
Effettua l'ordine e cominceremo subito la ricerca di questo prodotto. L'importo ti sarà addebitato solo al momento della spedizione.
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
L' istrice del Randaragna e le elezioni 2016 in Alto Reno Terme. 13 zirudelle più un commento finale

L' istrice del Randaragna e le elezioni 2016 in Alto Reno Terme. 13 zirudelle più un commento finale

di Paolo Brunetti


Attualmente non disponibile, ma ordinabile (previsti 15/20 giorni lavorativi)
  • Editore: Andromeda
  • Collana: Labirinti
  • Data di Pubblicazione: luglio 2016
  • EAN: 9788868320959
  • ISBN: 8868320959
  • Pagine: 36
  • Formato: rilegato

 Questo prodotto appartiene alla promozione  

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

"Ho fatto parte, mettendoci, oltre la faccia, impegno ed entusiasmo, del gruppo di Cittadini Indipendenti a sostegno di Giuseppe Nanni, rinnovando un appoggio che continua da sedici anni. L'ho fatto per l'affetto profondo che gli porto da amico fraterno e per la grande stima che ho per lui come amministratore pubblico e strenuo difensore della montagna in cui vivo. Ho sempre sostenuto che per lui, e solo per lui, per portarlo a guidare l'amministrazione e salvare il futuro di questa nostra terra avrei fatto anche un Patto col Diavolo (l'acronimo è PD). E così è stato. Io, Paolo Brunetti, sovversivo da sempre, editore eretico di frontiera, mai tesserato di alcun partito, mai impegnato in ruoli istituzionali, mai politicamente corretto. Perché sono, e voglio continuare ad essere, uno spirito libero, critico, pungente. Un istrice. L'istrice del Randaragna. Devo ringraziare tutti i partecipanti di questa competizione elettorale in Alto Reno Terme perché mi hanno dato modo di conoscere un altro pezzo delle umane genti: amici cari e leali, avversari che ho rispettato e rispetto, ma anche delinquenti politici, che non rispetto..."