€ 37.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Individuazione delle strategie volte alla promozione del benessere psicofisico dei lavoratori in Emilia Romagna

Individuazione delle strategie volte alla promozione del benessere psicofisico dei lavoratori in Emilia Romagna

di Carlo Bonora, Francesco Garibaldo


Fuori catalogo - Non ordinabile

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

La pubblicazione curata dalla Fondazione Istituto per il Lavoro si pone in una logica di continuità con i lavori realizzati nei cinque anni precedenti ed offre studi e riflessioni che, partendo da dati epidemiologici, alimentano e valorizzano il dibattito sulle strategie volte a promuovere le condizioni di lavoro dei lavoratori in Emilia-Romagna. Il rapporto, infatti, individua come centro focale dell'azione e della conoscenza il benessere socio-psico-fisico dei lavoratori, inserito nel contesto più ampio della salute organizzativa, ossia la capacità di una organizzazione di svilupparsi promuovendo sia il miglioramento delle condizioni di lavoro e della qualità della vita lavorativa, sia favorendo la convivenza sociale tra i lavoratori. Esso, dunque, propone e supporta l'impegno per un'impostazione globale del ""benessere"" sul luogo di lavoro, prendendo in considerazione le trasformazioni in atto e l'insorgenza di nuovi rischi, in particolare psicosociali. Per affrontare queste complessità occorre consolidare la cultura della prevenzione, combinando diverse tipologie di strumenti; ciò diventa possibile se si promuovono partnership tra tutti gli attori coinvolti nel campo della salute e della sicurezza nel lavoro. Per tali ragioni il rapporto è stato realizzato secondo un approccio multidisciplinare, dando spazio a contributi di sociologi, economisti, medici e psicologici del lavoro, attori pubblici e rappresentanti delle parti sociali.Il rapporto, composto da tre parti, presenta inizialmente un raffronto tra dati epidemiologici e dati percettivi, insiste sulla rilevanza di tenere in considerazione i determinanti socio-organizzativi e propone una metodologia di misurazione della sicurezza sul lavoro. Nella seconda parte le tematiche della sicurezza e della qualità del lavoro vengono affrontate approfondendo i temi del telelavoro, della flessibilità e dell'ergonomia.Infine la terza parte prende in considerazione i profili di strategie di prevenzione per la salute e la sicurezza nel territorio regionale. Si ritiene che i temi affrontati possano contribuire a favorire il cambiamento culturale di approccio ai problemi della salute e della sicurezza e attività in termini preventivi.