€ 9.00€ 12.00
    Risparmi: € 3.00 (25%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Quantità:
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Ho 12 anni faccio la cubista mi chiamano Principessa. Storie di bulli, lolite e altri bimbi

Ho 12 anni faccio la cubista mi chiamano Principessa. Storie di bulli, lolite e altri bimbi

di Marida Lombardo Pijola


  • Editore: Bompiani
  • Collana: Grandi asSaggi
  • Data di Pubblicazione: aprile 2007
  • EAN: 9788845258398
  • ISBN: 8845258394
  • Pagine: 227
  • Formato: brossura

Promozione Bompiani

Descrizione del libro

Questo volume è il racconto documentato di una serie di doppie vite. Hanno un'età compresa tra gli 11 e i 14 anni, frequentano per lo più la scuola media inferiore. Cinque storie autentiche riferite col ritmo del racconto d'indagine e un viaggio nei loro blog rivelano un sottosuolo quasi del tutto sconosciuto, sebbene la cronaca sempre più spesso ce ne rimandi indizi. È il mondo dei Peter Pan al contrario, disincantati, provocatori e aggressivi. Il loro regno sono le discoteche pomeridiane. Al sabato pomeriggio escono di casa, con gli abiti di tutti i giorni, annunciando ai genitori visite ad amici, passeggiate in centro, l'ultimo film di cui tutti parlano. Varcata la soglia della discoteca, la trasformazione è totale: perizoma, pelle unta d'olio perché brilli, tiratissima, sotto le luci stroboscopiche, il seno appena coperto da un top invisibile. Oueste principesse del pomeriggio ballano su grandi cubi, mimando le pose oscene della lap dance. Ballano davanti agli occhi di altri coetanei dagli sguardi voraci con in mano cellulari pronti a carpire foto e filmini. Scambi sessuali a pagamento, droga, bullismo violento, bande organizzate in strutture rigidamente piramidali che scandiscono l'erogazione di abbonamenti e ingressi e il viavai di nuove cubiste. L'autrice - inviata speciale del "Messaggero" - è entrata nei loro blog, nelle loro scuole e nelle loro discoteche, sebbene in queste ultime l'accesso sia impedito agli adulti, e ci propone un'inchiesta su un mondo sommerso e sconvolgente.

Voto medio del prodotto:  4 (4.2 di 5 su 5 recensioni)

5Lo conoscevo, 17-05-2016
di - leggi tutte le sue recensioni
L'ho comprato per fare un regalo ad un insegnante di scuola superiore che mi sembrava poco aggiornato sui giovani di oggi. Ho letto il libro qualche anno fa, quando i miei figli erano in età adolescenziale, l'ho trovato un po' forte, ma estremamente rivelativo soprattutto per chi vive lontano dalle grandi città e non immagina la realtà giovanile oggigiorno.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Già 12 anni o solo 12 anni?, 14-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Si potrebbe dire che a quest'età è facile raccontare storie, inventarsi tante cose e metterle su un blog; io non credo che sia tutto inventato, ma anche se lo fosse sarebbe lo stesso una cosa avvilente, ragazzini che parlono solo di sesso, di marche e di sballo.
Si potrebbe dire che questo libro rappresenta solo una fetta della torta, non sono tutti così; però con internet chiunque può avere accesso a qualunque cosa.
Da che mondo è mondo i ragazzini hanno fatto impazzire i genitori, e la sfida del crescerli è quella di riuscire a costruire qualcosa di solido prima che arrivino a questa età, per poter contare su un rapporto maturo con loro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Da leggere, 28-09-2011, ritenuta utile da 1 utente su 26
di - leggi tutte le sue recensioni
Un ottimo "reportage", crudo, diretto, della vita degli attuali quattordicenni del giorno d'oggi. Sembra di essere anche noi in mezzo a loro, a vivere questi gesti estremi come se fosse la normalità, a vendersi così senza ritegno, a mettere tutto sul filo della volgarità. Grande libro di una bravissima Pijola
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Scioccante, 15-08-2011, ritenuta utile da 61 utenti su 64
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro decisamente crudo, forte e tragicamente vero, ricco di dialoghi presi dai vari blog e di fotografie davvero scioccanti. L'ho letto più volte per cercare di capire com'è possibile che questi ragazzini, o meglio, bambini di oggi siano diventati così cinici, cattivi, bugiardi, autolesionisti e totalmente piatti e vuoti e sono arrivata alla conclusione che non esiste risposta, nel senso che solo loro possono "autosalvarsi" decidendosi di uscire da quel vuoto esistenziale dove loro stessi si sono buttati.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Ho 12 anni faccio la cubista , 02-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Molto scorrevole ma che lascia basiti e perplessi. E' shockante leggere e guardare foto di ragazzine così piccole che sono costrette a vivere una vita così squallida.
Ritieni utile questa recensione? SI NO