€ 10.50€ 14.00
    Risparmi: € 3.50 (25%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Disponibilità immediata solo 3 pz.
Ordina entro 18 ore e 54 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo martedì 22 ottobre. Scopri come

Disponibile in altre edizioni:

Guerra e pace
Guerra e pace(2019 - brossura)
€ 21.25 € 25.00
Disponibilità immediata
Guerra e pace
Guerra e pace(2014 - brossura)
€ 17.86 € 19.00
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Guerra e pace

Guerra e pace

di Lev Tolstoj


  • Editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
  • Collana: Classici
  • Edizione: 1
  • A cura di: L. Pacini Savoj, M. B. Luporini
  • Data di Pubblicazione: novembre 2002
  • EAN: 9788817117388
  • ISBN: 8817117382
  • Pagine: 1468
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Bur
Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

Sullo sfondo di grandi avvenimenti storici, l'invasione della Russia da parte della Grande Armée di Napoleone con la battaglia di Borodino e l'incendio di Mosca, Tolstoj narra le vicende di due nobili famiglie russe, i Bolkonskij e i Rostov, e descrive l'intera società russa, dai ceti più alti ai più umili.

Tutti i libri di Lev Tolstoj

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Guerra e pace acquistano anche I miserabili. Ediz. integrale di Victor Hugo € 8.41
Guerra e pace
aggiungi
I miserabili. Ediz. integrale
aggiungi
€ 18.91

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Guerra e pace e condividi la tua opinione con altri utenti.


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.6 di 5 su 21 recensioni)

5Tra guerra e Pace: così e la vita!, 10-04-2018
di - leggi tutte le sue recensioni
Impossibile non rimanere coinvolti dal destino che avvolge i protagonisti! La tensione è tale che non soccombe neanche alle lunghe pagine storiche (che forse non erano proprio tutte così necessarie... ) . La vita sociale, le vicende economiche, le analisi storiche e filosofiche sono amalgamate dal narratore in uno stile al quale, dopo essersi abituati, appare diretto e lucidamente perspicace.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Per vivere, come non avete vissuto mai, 22-03-2018
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho terminato il mio viaggio con Guerra e pace.
Non mi sarei mai aspettata tutto questo: ho sempre considerato Guerra e pace il classico dei classici e ho sempre percepito lontano il momento in cui avrei preso in mano questo libro per iniziare a leggerlo. Avevo gli stessi timori che provavo prima di Anna Karenina e sono sicura che, se non fosse stato per lei, Guerra e pace avrebbe aspettato per un altro po', un bel po'.
Non è stato facile all'inizio: sin dalle prime pagine dei personaggi dal nome impronunciabile facevano discorsi su questioni politiche, su Lucca e Genova annesse al territorio francese, su Napoleone e altri fatti storici rimossi dalla mia memoria, la cui unica traccia è presente nel mia verifica di storia di qualche annetto fa.
Per sormonatare queste difficoltà ho avuto bisogno di un elemento importante: la curiosità. Volevo capire perché questo libro fosse così importante, fosse definito capolavoro, fosse citato in numerosissimi libri.
Mi ero convinta che c'era una ragione per tutta questa importanza, la volevo trovare e la volevo amare.
Ho ripreso il mio libro di storia e mi sono riletta il capitolo su Napoleone, poi ho cercato su internet 'Campagna di Russia Napoleone'. Mi sono trovata altri nomi, altri fatti, altri intrecci, ma ero pronta: se non mi fosse piaciuto il libro, avrei imparato qualcosa e se c'è da imparare qualcosa non mi tiro mai indietro.
Una volta schematizzato il tutto, ho ripreso in mano Tolstoj: mi sentivo pronta ad origliare i discorsi di questi aristocratici russi riuniti nel salottino di Anna Pàvlovna.
Inizialmente mi sono sentita un po' esclusa: avete presente il primo giorno di scuola quando arrivano tutti i compagni a presentarsi e dopo 0. 000001 secondi ci ricordiamo ben 0 nomi? Ecco, è stata la stessa sensazione che ho provato leggendo le prime pagine: mi sono resa conto che gli schemi storici non bastavano, dovevo anche capire il collegamento tra tutti quei personaggi.
Ho provato a fare alberi genealogici con l'intenzione di sistemarli mano a mano che si aggiungevano i personaggi, ma è stata dura unire tutti i pezzi: ho dovuto riscrivere un po' di fogli prima di avere un quadro completo.
Ma piano piano la storia prendeva forma, le vicende erano collegate e i personaggi diventavano pronunciabili. Cominciavo ad avere i primi amici, e i primi nemici.
Cominciavo ad affezionarmi ai personaggi, a respirare a pieni polmoni l'aria pungente della Russia, a fantasticare in quelle atmosfere aristocratiche.
Avevo il vantaggio di conoscere in anticipo lo sviluppo delle vicende storiche, e vi assicuro che si è rivelato fondamentale  nel proseguimento della lettura. Volevo mediare tra Napoleone e lo zar Alessandro, ma non mi volevano ascoltare e così dalle atmosfere nobiliari mi sono ritrovata catapultata nel campo di battaglia con frecce che fendevano l'aria, cavalli feriti, compagni morti.
Leggere le vicende storiche attraverso Tolstoj, è un'esperienza allucinante: ci sono riflessioni da stratega, racconti da soldato e commenti da nobile russo.
Durante la lettura si ha la sensazione di leggere un libro completo: ha tutto e tutto è descritto perfettamente, come se Tolstoj avesse le risposte a tutte le domande possibili.
Mano a mano che il tempo passava, le pagine del libro diminuivano senza che me ne accorgessi e gli appunti che avevo preso inizialmente cominciavo a perderli.
Era buon segno: non avevo bisogno di nient'altro se non saziare la mia fame di parole.
Ho impiegato 17 giorni nella lettura del romanzo e mi sento cambiata: mi sento arricchita e mi sembra di aver vissuto tantissime vite.
Qui si va oltre l'essersi affezionati ai personaggi, qui si diventa personaggi.
Dopo 17 giorni mi sento soddisfatta: sono felice di aver tenuto duro all'inizio, di essere stata curiosa e di aver trovato quell'elemento che rende Guerra e pace uno di quei capolavori della letteratura mondiale di tutti i tempi.
Vi consiglio di leggerlo. Se non ora, un giorno, quando non avrete fretta, quando avrete voglia di imparare, quando avrete voglia di vivere ciò che non avete vissuto mai.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Un bellissimo mattone, 27-02-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Tolstoj, mio dolce Tolstoj, quanti regali ci hai fatto! Libro capolavoro assoluto della letteratura russa. Adoro la storia, lo stile, un po' meno il numero delle pagine (interminabili). Ma ne vale la pena.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Il capolavoro della letteratura russa, 06-09-2014
di - leggi tutte le sue recensioni
Si tratta di un romanzo scritto dal russo Lev Tolstoj è pubblicato intorno agli anni sessanta del 1800. Di norma viene definito come "romanzo storico", ma in realtà è ben di più: si tratta di un'opera straordinaria, tanto che lo stesso scrittore la paragonava, per la sua vastità sia in termini di contenuti che di temi e idee affrontate, agli scritti di Omero. In effetti nel romanzo compaiono svariate riflessioni di natura filosofica e scientifica. Riguardo invece alla storia in sé, il libro si concentra sulle campagne napoleoniche nella Russia dell'Ottocento. Protagonisti sono due famiglie, i Bolkonskij e i Rostov. Libro da leggere: anche se è molto lungo, è il capolavoro della letteratura russa. Voto 5 stelle.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Guerra e pace, 21-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Di una lunghezza notevolissima, romanzo bellissimo quanto impegnativo. Due famiglie russe e le loro dinamiche di potere: i Rostov e i Bolkonskij. Guerra come protagonista di questo romanzo, essa stessa quasi persona, illuminata dai riflettori del titolo stesso. Una società che combatte sia in guerra, sia in pace. Intrighi, battaglie, scontri e confronti. Di tutto per uno dei libri più famosi della letteratura tutta.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Guerra e pace (21)


Gli altri utenti hanno acquistato anche...

Ultimi prodotti visti