€ 17.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
La guerra dei nostri nonni. (1915-1918): storie di uomini, donne, famiglie

La guerra dei nostri nonni. (1915-1918): storie di uomini, donne, famiglie

di Aldo Cazzullo


Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Nelle strade delle nostre città campeggiano le targhe in memoria di chi ha combattuto, le statue e gli epitaffi. Aldo Cazzullo in La guerra dei nostri nonni rende omaggio a quelle lapidi che sono spesso ignorate e forse poco notate e ricorda la guerra del 15-18, la prima dei due tragici conflitti mondiali e che vide moltissimi dei nostri ragazzi di allora spezzati e stroncati da condizioni difficili e non adatte alla situazione. Una delle firme più prestigiose del Corriere della Sera racconta in questo straordinario romanzo ricordo tante storie. Attraverso i ricordi dei sopravvissuti, Cazzullo ci racconta la Prima guerra mondiale, visto non dagli occhi degli storici o dei capi, ma da chi quella guerra l’ha vissuta, giorno dopo giorno, nelle trincee, tra lo sporco e il freddo. I famosi ragazzi del ’99, quelli nati però a fine dell’Ottocento, metaforicamente rappresentati dalla data 1899, furono mal armati dai governi di allora, impreparati tecnologicamente e strategicamente, e furono così mandati letteralmente a morire. Quelli che sopravvissero raccontarono ai nipoti e ai bisnipoti storie di amicizia, di morte, di sofferenza e anche di straordinario coraggio. In La guerra dei nostri nonni il giornalista commemora quelle vite, le vuole far rivivere agli occhi di chi le ha vissute tramite i racconti dei padri, dei nonni e dei bisnonni o dei più giovani che tendono a dimenticare o a non conoscere quello che accadde. Momenti epici, emozionanti e commoventi scandiscono le pagine di questo libro e danno un significato ai monumenti delle nostre vie e delle nostre piazze, rivalutandole e volendo davvero raccontare storie private e una storia collettiva tragica e poco valorizzata. La guerra dei nostri nonni è un libro imperdibile per chi vuole sapere e per chi non ama dimenticare.

Tutti i libri di Aldo Cazzullo

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 3 recensioni)

5Da leggere a scuola, 28-01-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Conosciamo sempre solo una parte della storia, quella sintetizzata dai libri scolastici o raccontata dai nonni. L'opportunità di mettere insieme tanti nonni, permette di dare un quadro vivo e sincero sui fatti, spesso travisati e depurati del peggio nei manuali ufficiali. Un affresco davvero interessante e coinvolgente, perchè dobbiamo tanto, oltre alle storie, a queste persone rimaste anonime.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Leggetelo!, 13-03-2015, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro di una forza straordinaria. Non leggerete un racconto o una storia, vivrete piuttosto in prima persona un'esperienza unica: sarete catapultati dentro un immane dramma collettivo, immersi in una tragedia inimmaginabile e indescrivibile che ha stravolto la vita di un'intera generazione, quella dei nostri nonni.
Sul Piave o sul Carso, oppure sulle Alpi Trentine, nelle trincee o in Russia, nelle fabbriche o nelle città, vivrete la Grande Guerra con gli occhi dei suoi veri e unici protagonisti: contadini e operai trasformati in soldati; vivrete la loro angoscia, la loro disperazione, avvertirete la loro fame, il freddo inenarrabile, il terrore dell'assalto, l'orrore del male assoluto, udirete i rumori dello scontro, gli odori della battaglia, il tanfo della morte, l'eroismo e la codardia, la disperazione e l'orgoglio, l'onore e la retorica di chi condusse una nazione al massacro. Leggetelo!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5La guerra non è mai un bene, 19-02-2015, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro da leggere per comprendere che la guerra non è mai un bene, in questo periodo in cui sembra sempre che un nuovo conflitto sia imminente, soprattutto in Europa con lo scontro tra Ucraina e Russia o con l'avanzata dell'ISIS in Libia, che ci minaccia direttamente. Per questo è bene ricordare quanto è importante pensare prima di agire, perché i nostri nonni hanno vissuto la guerra e le tragedie che ne sono venute. Aldo Cazzullo racconta i fatti della Prima Guerra Mondiale con gli occhi di chi l'ha vissuta, degli uomini che sono sopravvissuti e che nel loro cuore hanno portato per sempre tutto l'amaro ricordo di quei giorni.
Ritieni utile questa recensione? SI NO