€ 9.90
Fuori catalogo - Non ordinabile
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
La gola della morte. Tex contro Mefisto vol.1

La gola della morte. Tex contro Mefisto vol.1

di Gianluigi Bonelli, Aurelio Galleppini

  • Editore: Mondadori
  • Collana: I supermiti
  • Data di Pubblicazione: maggio 2012
  • EAN: 9788804621577
  • ISBN: 8804621575
  • Pagine: XIII-381
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

"Tex contro Mefisto" ripropone, nell'arco di cinque volumi, tutte le avventure che hanno visto il celebre Ranger dar battaglia al suo acerrimo nemico e all'altrettanto insidioso figlio Yama. Un ciclo di storie popolarissime, strettamente interconnesse tra loro e per la prima volta pubblicate di seguito, in ordine cronologico, in un'unica serie.

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 2 recensioni)

5L'inizio della saga, 13-10-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
L'inizio dell'epica saga che vede come protagonisti il ranger Tex Willer contro il giurato nemico Mefisto. L'istinto del ranger lo porta fin da subito a dubitare dell'illusionista e della sorella di questo e tale sensazione si verificherà ben presto vera.
A differenza della maggior parte degli avversari di Tex, Mefisto riuscirà a salvarsi e sarà un personaggio che ricorrerà più volte nel corso degli anni, serbando sempre un forte rancore nei confronti del suo acerrimo nemico e di tutti coloro che lo aiutano nelle sue imprese.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5L'inizio della saga, 08-08-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Il primo libro della saga Tex contro Mefisto apre in maniera degna l'intera serie. I testi di Bonelli e le illustrazioni di Galleppini accompagnano passo dopo passo l'epopea avvincente del mitico Ranger e dei suoi pards. La cosa che preferisco è la cura del dettaglio nei disegni, che di solito si nota nei particolari al lato dei quadri, sempre molto curati. Ogni personaggio, poi, ha il suo spazio e la sua dimensione ed anche i cattivi, alla fine, risultano collocati in modo giustificato nel loro contesto. Il testo è un crescendo continuo di suspance che alla fine coinvolge anche il lettore più scettico. Figuriamoci il sottoscritto...
Ritieni utile questa recensione? SI NO