€ 20.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Giovanni Anastasi. La committenza di casa Mastai

Giovanni Anastasi. La committenza di casa Mastai

di C. Caldari, B. Montevecchi (a cura di)


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Silvana
  • A cura di: C. Caldari, B. Montevecchi
  • Data di Pubblicazione: settembre 2008
  • EAN: 9788836608942
  • ISBN: 8836608949
  • Pagine: 144
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Le pareti del Salone d'onore di Palazzo Mastai Ferretti a Senigallia sono ornate da venti grandi tele, con Storie dell'Antico Testamento e Sibille, e da otto sontuose cassapanche dipinte, con emblemi araldici e stemmi. Autore dell'intero apparato decorativo è il senigalliese Giovanni Anastasi (1653 – 1704), pittore a lungo dimenticato, ma che già Luigi Lanzi, alla fine del ‘700, aveva qualificato come “facile e spiritoso”. Una sintetica definizione quanto mai calzante per questo artista il cui percorso, iniziato presso la bottega dell'urbinate Alfonso Patanazzi, si dispiega secondo uno stile personale ed originale, testimoniato da una feconda produzione nella città natale e in diversi centri dell'entroterra marchigiano. Andati perduti o non ancora individuati i ritratti citati nei documenti, sono oggi noti un buon numero di pale d'altare e di vasti cicli murali - in collaborazione col quadraturista bolognese Agostino Orsoni - che ne evidenziano la composita e vivace personalità influenzata dalla grande cultura pittorica seicentesca tra Roma e l'Emilia. Nel presente volume si illustrano tutte le opere del Salone di Palazzo Mastai e il restauro cui sono state sottoposte nel 2007. Inoltre, accanto a una biografia delineata sulla base di recenti ritrovamenti archivistici, si propone una panoramica dell'intera produzione dell'artista che si può annoverare tra i più interessanti e brillanti esponenti del tardo barocco nelle Marche. testi di: Marinella Bonvini Mazzanti, Livia Carloni, Benedetta Montevecchi, Eros Gregorini, Claudia Caldari, Federica Papi, Amelia Mariotti, Lucia Battista