€ 24.00
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come

Ne hai uno usato?
Vendilo!
Genere e scienza come costruzione sociale. Il ruolo delle istituzioni nello sviluppo della ricerca

Genere e scienza come costruzione sociale. Il ruolo delle istituzioni nello sviluppo della ricerca

di Silvia Cervia


Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Genere e Scienza costituiscono due termini di una relazione difficile che si presta ad una molteplicità di letture diverse, alcune delle quali riconducibili alla poliedrica e multi-prospettica letteratura femminista, altre più squisitamente di matrice culturalista, altre ancora vicine alla sociologia della scienza e della conoscenza, senza dimenticare gli studi che si concentrano sulla ricostruzione empirica dei percorsi femminili nella carriera accademica. Il volume, partendo da una prospettiva sociologica, affronta i processi di costruzione culturale delle narrazioni sul ruolo che il genere assume nell'ambito delle politiche a sostegno della ricerca, con particolare riferimento al contesto europeo. L'analisi del lungo dibattito sul genere nella scienza permette di decostruire le rappresentazioni offerte dai due principali protagonisti, gli organismi governativi e le autorità accademiche, che, in una fase di rinnovata attenzione pubblica per il tema, manifestano una crescente consonanza. Le pratiche discorsive e istituzionali che sostanziano tali rappresentazioni costituiscono l'ambito di interesse principale del testo. Pur collocandosi all'interno della più recente riflessione femminista attorno alle politiche comunitarie di promozione della parità di genere, il testo adotta un approccio differente, facendo della centralità che il linguaggio assume nelle filosofie femministe odierne un programma di ricerca. La prospettiva foucaultiana consente di svelare il portato ideologico della nuova alleanza tra sapere e potere, rivelandone la razionalità ideologica e l'anelito a costituire una nuova grande narrazione, con aspirazioni normalizzanti e universalizzanti. L'analisi delle pratiche discorsive nella loro relazione con le istituzioni di cui sono espressione permette inoltre di connotare l'ambito di interesse come una delle arene più paradigmatiche del processo di coproduzione dei modi di fare e di intendere la conoscenza scientifica in quella che definiamo genericamente scienza post-accademica.