€ 9.40€ 10.00
    Risparmi: € 0.60 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
La filosofia nel boudoir ovvero i precettori immorali. Dialoghi per l'educazione delle fanciulle

La filosofia nel boudoir ovvero i precettori immorali. Dialoghi per l'educazione delle fanciulle

di François de Sade


Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Garzanti Libri
  • Collana: I grandi libri
  • A cura di: L. Binni
  • Data di Pubblicazione: settembre 2004
  • EAN: 9788811366553
  • ISBN: 8811366550
  • Pagine: XXIV-209
  • Formato: brossura

Trama del libro

Più volte arrestato, processato e imprigionato, Sade persegue con tenacia la propria ricerca esistenziale. La sua filosofia dell'insurrezione permanente contro i limiti della condizione umana - per dissolvere le tenebre dell'ignoranza e dell'inconsapevolezza, per praticare il potere demiurgico della materia, della Natura, del singolo consapevole della sua unicità di materia pensante e desiderante - istituisce un potente reattivo a più dimensioni per chiunque vi si avvicini, sempre provocando reazioni emozionali e mentali, sempre comunque coinvolgendo in un confronto ravvicinato e conflittuale con il suo universo straordinariamente moderno.

Tutti i libri di François de Sade

Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 1 recensione)

3.0La filosofia dell'orgia, 27-07-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Fra le opere più scandalose di Sade questa è senza dubbio la meno scioccante. Se escludiamo infatti l'epilogo violento (nulla comunque in confronto a "Sodoma" o a "Juliette") il romanzo potrebbe quasi risultare veramente una serie di dialoghi educativi. Certo non mancano le orge (anzi!) però esse vengono costantemente seguite ed introdotte da discorsi sulla morale, la filosofia, la religione, i costumi,... che conservano se non altro qualche valore dal punto di vista filosofico.
Una vera perla nascosta nel cuore del testo è il celeberrimo dialogo "Francesi ancora uno sforzo" pronunciato dal libertino Dolmancè. Escludendo infatti per un momento l'immoralità verso cui cerca di condurre il lettore, il proclama resta espresso con un linguaggio straordinariamente lucido ed illuministico che per qualche pagina fa persino scordare la noiosa ripetitività delle continue orge.
Ritieni utile questa recensione? SI NO