€ 9.75€ 13.00
    Risparmi: € 3.25 (25%)
Disponibilità immediata solo 1 pz.
Ordina entro 4 ore e 10 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo martedì 20 agosto Scopri come

Disponibile in altre edizioni:

La fiera delle vanità
La fiera delle vanità(2007 - brossura)
€ 13.00 € 11.05
Normalmente disponibile in 4/5 giorni lavorativi
La fiera delle vanità
La fiera delle vanità(2004 - brossura)
€ 9.90 € 8.41
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
La fiera delle vanità

La fiera delle vanità

di William Makepeace Thackeray


Disponibilità immediata solo 1 pz.
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar classici
  • Traduttore: Ricci Miglietta M.
  • Data di Pubblicazione: aprile 2018
  • EAN: 9788804703594
  • ISBN: 8804703598
  • Pagine: 912

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Mondadori Oscar

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

La fiera delle vanità narra le vicende parallele di due donne molto diverse: Becky Sharp, coraggiosa e intelligente quanto astuta, arrivista e priva di scrupoli, e la sua compagna di scuola Amelia Sedley, emblema di virtù ma anche terribilmente ingenua e un po' sciocca. Dominato da un garbato sarcasmo che a tratti si trasforma in un'ironia feroce, il romanzo sconvolse la società letteraria vittoriana per la schietta descrizione della realtà sociale: dall'ambiente mondano londinese a quello esotico dell'India, da quello militare, rozzo e primitivo, a quello ipocrita e perbenista della Chiesa. Su questo variegato sfondo si snoda fluida una narrazione dominata da molteplici personaggi, figure che - forse per la prima volta nel romanzo inglese - non sono manichini ma uomini in carne e ossa.

I libri più venduti di William Makepeace Thackeray

Tutti i libri di William Makepeace Thackeray

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.8 di 5 su 4 recensioni)

2Una dettagliata descrizione della realtà umana, 30-03-2018
di - leggi tutte le sue recensioni
Non ho potuto affatto apprezzare il presente romanzo per lo stile della narrazione che si dilunga eccessivamente su elementi frivoli, talvolta necessari ma che nel complesso fanno trasparire, a mio parere, la volontà dell'autore di poter ricavare un guadagno più alto possibile dai propri episodi. Certo è che fu molto apprezzato all'epoca della sua pubblicazione e, da quanto leggo, ancora oggi. Credo che ciò sia dovuto maggiormente al contenuto: la storia consiste nell'intreccio tra le vite delle due protagoniste, Amelia e Becky, dal carattere diametralmente opposto, la qual cosa però non permette di affezionarsi ad un personaggio e odiare l'altro, bensì di odiarli entrambi allo stesso modo. Questa era la stessa intenzione di Thackeray e direi che è riuscito perfettamente nel suo obiettivo. Tuttavia, per ogni personaggio arriva un momento in cui ci si rende conto del buono che c'è in lui e si cambia prospettiva, portando ad una riflessione sulla validità dei giudizi più o meno affrettati che siamo abituati a dare, e nel fare questo l'autore è stato magistrale, facendolo intendere più che esprimendolo apertamente. Il narratore, poi, è fortemente ironico, anche troppo, ma in tal modo alleggerisce il tono del romanzo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Oh! Vanitas vanitatum!, 23-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
La fiera delle vanità altro non è che la società vittoriana stessa, fondata su falsi valori, popolata da un vortice di persone sciocche, egoiste, arrampicatrici sociali, false e meschine. Thackeray è meravigliosamente spietato, descrive i suoi personaggi con sarcasmo attraverso l'uso di un'ironia pungente che non risparmia davvero nessuno. Un libro coraggioso, che non sente il peso degli anni e che risulta sempre attuale. Uno dei libri più belli letti nell'ultimo periodo, fatevi un favore e leggetelo, non resterete delusi!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Mi aspettavo di più, 23-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Il romanzo mi è parso a tratti un po' pasticciato, naturalmente intriso di grande frivolezza e di elementi scontati. Non sò per quale ragione, ma questo autore che ha inteso fare di questo manoscritto la spina nel fianco dell'aristocrazia non ha altro che rappresentato (in una lunghezza estenuante) una storia comune e neanche troppo singolare per lo scopo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Assolutamente da leggere, 03-07-2011, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho adorato questo romanzo, che rimane uno dei classici della letteratura. Becky e Amelia sono due ragazze quasi totalmente opposte, eppure in entrambe c'è qualcosa di noi. La scrittura è scorrevole, anche se in alcuni tratti può risultare un po difficile, ma mai noiosa. Consiglio questo libro veramente a tutti, leggetelo e non ve ne pentirete
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Invecchiato, 21-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro che ha subito il peso degli anni. La storia avrebbe potuto essere raccontata in meno pagine ed in maniera più vivace.
In ogni caso si va avanti con la curiosità di sapere cosa accadrà nell apagian dopo e questo no è un pregio da poco.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su La fiera delle vanità (10)


Prodotti correlati

Ultimi prodotti visti