€ 19.50
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
La fiera della vanità

La fiera della vanità

di William M. Thackeray


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Garzanti Libri
  • Collana: I grandi libri
  • Edizione: 10
  • Traduttore: Mainardi R.
  • Data di Pubblicazione: gennaio 2010
  • EAN: 9788811368779
  • ISBN: 8811368774
  • Pagine: XXV-889
  • Formato: brossura
  • Ean altre edizioni: 9788889145401

Trama del libro

Straordinario quadro satirico dell'Inghilterra vittoriana, il romanzo rappresenta, in modo sottilmente complesso, le colpe di una società che premia solo l'ipocrisia. Scrittore aspro e amaro, Thackeray plasma magistralmente le figure emblematiche delle protagoniste, l'astuta arrivista Becky Sharp e la virtuosa quanto ingenua e insipida Amelia Sedley, e le contorna di uno stuolo di riusciti personaggi, tutti ugualmente vivi perché tutti profondamente umani.

Tutti i libri di William M. Thackeray

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 2 recensioni)

3Romanzo vittoriano, 26-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Lo considero un libro diverso. Diverso è lo stile: il narratore omniscente interviene, giudice, nel commentare i suoi personaggi di cui si danno divertenti caricature. I toni sono affettati ed il romanzo è una satira della società inglese in età vittoriana. Le protagoniste sono due ragazze molto diverse tra loro, prima di tutto per la classe sociale a cui appartengono di cui se ne sentiranno delle belle!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5La fiera della vanità , 24-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Il capolavoro di Thackeray che mette alla berlina la società dei suoi tempi. Spietato e ironico, riesce a smontare tutti i personaggi. Si salva, in parte (pur facendo la figura dell'ingenua sprovveduta) il personaggio di Amelia e sicuramente il povero buon Dobbin. Per il resto, è una fiera di personaggi vanesi, equivoci, in malafede, intriganti ed egoisti, che della Vanità, appunto, hanno fatto la loro religione. Geniale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Prodotti correlati