€ 12.00€ 16.00
    Risparmi: € 4.00 (25%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Disponibilità immediata
Ordina entro 36 ore e 56 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo martedì 22 ottobre. Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Il feudo

Il feudo

di David Lopez


  • Editore: Sellerio Editore Palermo
  • Collana: Il contesto
  • Traduttori: Di Leo M., Sanseverino G.
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2019
  • EAN: 9788838939778
  • ISBN: 8838939772
  • Pagine: 228
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Sellerio Contesto
Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

Jonas è un pugile di un certo talento, ha una ragazza che lo chiama per fare sesso ma da lui non vuole altro, attorno una banda di amici, gli stessi dai tempi delle scuole elementari, ed è con loro che trascorre le giornate e la vita in un limbo sociale, uno di quei luoghi tra la periferia e la campagna, né sobborgo né quartiere chic, «troppo cemento per poterci considerare veri campagnoli, troppo verde per assimilarci alla feccia suburbana». Jonas e gli altri non sono teppisti di strada e neppure dei figli di papà che si danno delle arie da duri. Fumano hashish e coltivano erba, giocano a carte, litigano, bevono, parlano di boxe, di sesso, di rap, i loro dialoghi si intrecciano e si sovrappongono continuamente in una partitura ultrarealistica, densa e ipnotica. David Lopez, in questo romanzo di esordio, racconta il gruppo e il loro feudo, lo spazio di cui sono padroni e schiavi, nell’abbandono al tempo che passa, ai giorni che si succedono; è un ruvido cenacolo di giovani senza particolari qualità e prospettive, ragazzi che potrebbero cambiare la loro condizione ma che ostinatamente rimangono fermi, senza prendere iniziative, annoiandosi senza autodistruggersi, lamentandosi senza lottare, in apparenza privi di un qualsiasi desiderio di riscatto. Nel loro atteggiamento cova un rifiuto radicale, esistenziale, essenziale, delle regole sociali, una negazione definitiva di ogni volontà del mercato, del consumo, delle energie trascinanti e distruttive del capitalismo, ma in loro non sembra mai esserci un secondo fine, un istinto di critica sociale. Eppure dall’indolenza, dall’apparente apatia scaturisce la materia preziosa e sorprendente dei rapporti umani con le sue emozioni folgoranti, l’amarezza improvvisa, la comicità scomposta e inattesa, la rabbia e poi la quiete, grazie a un lavoro affascinante sulla scrittura e sull’oralità caratterizzato da un linguaggio innovativo, colloquiale, di forte musicalità, che come nel rap assesta frasi e immagini spiazzanti, poesia istantanea e imprevedibile, mai artificiale, sempre crudamente vera.

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Il feudo e condividi la tua opinione con altri utenti.


Ultimi prodotti visti