€ 45.05€ 53.00
    Risparmi: € 7.95 (15%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Ferdinando Scianna. Memoria, viaggio, racconto. Catalogo della mostra (Forlì, 28 settembre 2018-6 gennaio 2019). Ediz. italiana e inglese

Ferdinando Scianna. Memoria, viaggio, racconto. Catalogo della mostra (Forlì, 28 settembre 2018-6 gennaio 2019). Ediz. italiana e inglese

di D. Curtis, P. Bergna (a cura di)


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Marsilio
  • Collana: Cataloghi
  • A cura di: D. Curtis, P. Bergna
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2018
  • EAN: 9788831729536
  • ISBN: 8831729535
  • Pagine: 304
  • Formato: rilegato

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Gruppo Feltrinelli

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Una grande mostra retrospettiva dedicata a Ferdinando Scianna (1943) uno tra i più grandi maestri della fotografia, non solo italiana che, dagli anni sessanta, racconta per immagini la cultura e le tradizioni della sua regione d'origine, la Sicilia. Il suo lungo percorso artistico si snoda attraverso varie tematiche - la guerra, il viaggio, la religiosità popolare - tutte legate da un unico filo conduttore: la costante ricerca di una forma nel caos della vita. In 50 anni di racconti non mancano di certo le suggestioni: da Bagheria alle Ande boliviane, dalle feste religiose - esordio della sua carriera - all'esperienza nel mondo della moda, iniziata con Dolce & Gabbana e Marpessa. Poi il paesaggio, i bambini, la grande avventura con l'agenzia foto-giornalistica Magnum e infine i ritratti dei suoi amici, grandi maestri del mondo dell'arte e della cultura come Sciascia, Marquez, Montalban, Borges, solo per citarne alcuni. «Come fotografo mi considero un reporter. Come reporter il mio riferimento fondamentale è quello del mio maestro per eccellenza, Henri Cartier Bresson, per il quale il fotografo deve ambire ad essere un testimone invisibile, che mai interviene per modificare il mondo e gli istanti che della realtà legge e interpreta. Ho sempre fatto una distinzione netta tra le immagini trovate e quelle costruite. Ho sempre considerato di appartenere al versante dei fotografi che le immagini le trovano, quelle che raccontano e ti raccontano, come in uno specchio. Persino le fotografie di moda le ho sempre trovate nell'azzardo degli incontri con il mondo». Catalogo della mostra (Forlì, 22 settembre 2018-6 gennaio 2019).
"Le mie fotografie! I miei grandi album da completare e riempire! Da impaginare! E tutti questi negativi da riquadrare al meglio, da ingrandire e mostrare con amore come ramoscelli di un nido in costruzione... E questo diario sciocco, stupido, inutile e appassionante, al punto di farmi sacrificare per lui non solo i migliori libri che potrei leggere ma anche tutte le interessanti mostre che si stanno aprendo in questa Parigi che si risveglia." Jacques Henri Lartigue, dicembre 1945


Ultimi prodotti visti