€ 9.02€ 9.50
    Risparmi: € 0.48 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 2/4 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Fanny Hill. Memorie di una donna di piacere
€ 8.07 € 8.50
Disponibile in 2/4 giorni lavorativi
Fanny Hill. Memorie di una donna di piacere
€ 11.00 € 22.00
Disponibile in 5/6 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come

Fanny Hill. Memorie di una donna di piacere

di John Cleland

18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Trama del libro

Scritto a metà del Settecento, Fanny Hill è uno dei più importanti classici della letteratura erotica mondiale, anche se per lungo tempo è stato un vero e proprio libro clandestino, stampato e trattato di nascosto, diffuso solo a costo di rischi personali. Un vero e proprio libro underground. Processato e proibito a metà del Settecento per la descrizione di una scena di sodomia a cui assiste la protagonista Fanny Hill, dopo aver conosciuto la censura ancora per tutto l'Ottocento, il libro viene pubblicato in modo integrale in Inghilterra solamente nel 1963, appena dopo la chiusura della vicenda che vietava la pubblicazione dell'«Amante di Lady Chatterley». Ma l'editore, a riprova dell'aura maledetta del libro, perde il processo l'anno seguente. Quindi il libro viene di nuovo fatto ritirare dal mercato, fino al successivo tentativo degli anni settanta. Anche negli Stati Uniti il volume andò incontro a vicende analoghe, fino al processo del 1966 in cui venne finalmente dichiarato "non osceno". Il romanzo, come molta letteratura del Settecento, è scritto in forma epistolare e narra le vicende di una giovane ragazza che vive nei pressi di Liverpool. Dopo la morte dei genitori, viene presa a servizio da una signora che lei crede ricca, ma che in realtà è la tenutaria di un bordello, in cui la ragazza viene progressivamente impiegata. Da lì le sue descrizioni delle immaginifiche situazioni a cui si trova ad assistere o partecipare. Da questo libro sono stati tratti numerosi film, tra cui la versione di Russ Meyer del 1964.

Voto medio del prodotto:  2 (2 di 5 su 2 recensioni)

1Se ne può fare a meno, 17-03-2018
di - leggi tutte le sue recensioni
Come tutte le opere della narrativa erotica, è ripetitivo e a tratti noioso. Tuttavia bisogna riconoscere un merito all'autore: la volgarità è assente, quindi il testo evita di scadere nell'indecente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3documento di un'epoca, 11-12-2009
di - leggi tutte le sue recensioni
il libro non ha grande stile, ma è interessante come documento della mentalità maschilista nell'Inghilterra settecentesca. Mostra una ragazza felice di dedicarsi alla prostituzione, il cui fine nella vita è farsi usare da ometti volgari ed è inframezzato da moralismi rivoltanti e banali.
Ritieni utile questa recensione? SI NO