€ 13.90
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
La fabbrica dei malati. Come l'industria farmaceutica crea milioni di malati

La fabbrica dei malati. Come l'industria farmaceutica crea milioni di malati

di Marcello Pamio


  • Editore: Uno Editori
  • Data di Pubblicazione: maggio 2018
  • EAN: 9788899912703
  • ISBN: 889991270X
  • Pagine: 160
18AppCarta docenteQuesto articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

La commercializzazione della malattia è l'arte raffinata di vendere malanni, un modo efficace per spacciare farmaci ed esami che portano a profitti enormi. Tale commercializzazione richiede una regia ben precisa, degli attori principali, secondari e molte comparse. Le aziende farmaceutiche (registi e produttori) devono per forza di cose coinvolgere i medici (attori protagonisti) per prescrivere le ricette, devono coinvolgere i ricercatori (attori non protagonisti) che inventano veri e propri nuovi disturbi, i gruppi di pazienti e/o famigliari di malati (comparse) che richiedono a gran voce un supplemento di terapia, e infine i pazienti veri e propri che richiedono tali farmaci perché convinti di essere malati (spettatori incoscienti). Lo scopo del presente lavoro è di svelare la trama e la sceneggiatura di questo documentario, visto e vissuto ogni anno da centinaia di milioni di persone... Soltanto se si conosce esattamente come lavora il Sistema si è in grado di difendersi.

Tutti i libri di Marcello Pamio

Voto medio del prodotto:  1 (1 di 5 su 1 recensione)

1Fabbrica dei malati, 27-09-2016, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Piuttosto limitato. Non aggiunge nulla di nuovo, inoltre ricalca avvenimenti americani passati, trascurando quelli italiani e/o europei e… Ci sarebbe molto da scrivere. Tentativo di dire qualcosa senza urtare "certe" sensibilità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO