€ 9.50€ 10.00
    Risparmi: € 0.50 (5%)
Disponibilità immediata solo 1 pz.

Disponibile in altre edizioni:

Emma
Emma(2020 - brossura)
€ 15.20 € 16.00
Disponibilità immediata
Emma
Emma(2019 - brossura)
€ 6.90
Disponibilità immediata
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Emma

Emma

di Jane Austen

18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Trama del libro

Pubblicato anonimo nel 1816, "Emma" appartiene agli scritti cosiddetti "della maturità" di Jane Austen. Tema centrale nel romanzo è il fraintendimento in amore. Emma, la protagonista, rimasta padrona assoluta della casa dove vive dopo il matrimonio della sorella, si trova a gestire il piccolo mondo che le ruota intorno con una buona volontà alquanto presuntuosa. Accolta in casa una giovane ragazza, Henriette Smith, Emma cerca di maritarla adeguatamente. Tra i possibili pretendenti sceglie per lei Elton, il vicario del paese, inducendola a rifiutare al con tempo l'offerta di Martin, un rispettabile agricoltore del luogo. Ma ogni piano salta quando in realtà si scopre che Elton, in fondo un arrampicatore sociale, voleva invece sposare Emma. Fra i tanti personaggi che la circondano, l'unico in grado di dire la verità a Emma, e di farle notare i suoi difetti e le sue debolezze, è l' amico Knightley, suo vicino e fratello maggiore del cognato. Alla fine sarà proprio lui a sposarla, mentre Henriette convolerà a nozze con il giovane Martin, precedentemente respinto. Anche in questo romanzo Jane Austen pone al centro della sua narrazione le atmosfere, i desideri e i vissuti della gentry inglese di inizio Ottocento, riuscendone a restituire gli odori e le dinamiche più profonde.


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Emma e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4 (4.2 di 5 su 26 recensioni)

2Una delusione, 23-02-2015, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho trovato questo libro molto pesante, ho faticato davvero tanto per arrivare alla fine. La protagonista è Emma Woodhouse, una ragazza che proviene da una famiglia agiata e passa la maggior parte del suo tempo passeggiando, occupandosi del padre, facendo visita ai suoi vicini e organizzando matrimoni, creando numerosi equivoci. Ho trovato molti dialoghi del tutto inutili, in cui a farla da padroni c'erano solo pettegolezzi. Sono arrivata alla fine saltando qualche pezzo qua e là: è stata una vera sfida non abbandonare il libro sullo scaffale. Alla fine ce l'ho fatta e devo ammettere che le ultime pagine mi sono risultate molto più piacevoli, ma ciò non cancella la noia provata in precedenza. La Austen poteva sicuramente fare di meglio!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Nessuno è perfetto, 03-05-2012, ritenuta utile da 1 utente su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Emma è, tra le tante eroine austeniane, quella che può destare la maggior antipatia. Bella, giovane, ricca, intelligente ma anche incredibilmente viziata, presuntuosa e superficiale nei giudizi, ama passare il tempo combinando matrimoni, saltando spesso e volentieri a conclusioni troppo affrettate e finendo così col ferire chi le sta vicino. Emma in realtà è un personaggio incredibilmente vero, molto immatura all'inizio della storia prenderà coscienza di sé attraverso i propri errori e inizierà pian piano a migliorarsi. Vissuta nella convinzione di sapere cosa fosse meglio per i suoi cari si renderà conto che, in realtà, l'unica felicità di cui si deve davvero prendere cura è proprio la sua. Non è però solo la protagonista ad essere ben caratterizzata, Jane Austen delinea una serie di personaggi che difficilmente si potranno dimenticare a fine lettura, come la logorroica signorina Bates, l'anziano signor Woodhouse, l'ipocondriaco padre di Emma, o il giudizioso e affascinante signor Knightley. In questa storia non ci sono i cuori in tumulto e le atmosfere da sogno di "Orgoglio e pregiudizio", ci sono personaggi pieni di difetti, a volte un po' frivoli e superficiali e una ragazza che ai più risulterà antipatica ma che, a mio avviso, deve solo maturare. Un romanzo che insegna e fa riflettere, scritto con intelligenza e ironia così come solo Jane Austen sapeva fare. Chi cerca il romanticismo di orgoglio e pregiudizio in questo libro deve sicuramente indirizzare le sue ricerche altrove, chi cerca invece una lettura leggera ma intelligente, con un corredo di personaggi credibili che riescono, a modo loro, ad entrare nel cuore del lettore, allora questo libro merita davvero di essere letto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Autrice perfetta, 09-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Jane austen, scrittrice perfetta, e' la creatrice di un personaggio perfetto. Ogni cosa che Emma dice, ogni gesto che compie, e' coerente con il carattere che l'autrice le ha assegnato, tanto che non sembra un personaggio, bensì sia in grado di vivere autonomamente; arrivi a dubitare dello sforzo fatto dalla austen per descriverla, come se si fosse limitata a trascriverne i gesti e le parole.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2Oserei dire sciocchino, 14-01-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
E' verissimo che si vede lo spaccato dell'Inghilterra ottocentesca con tutte le stranezze ed i capricci della nobiltà, ma è scritto con uno stile così lezioso e mellifluo da suonare ad un certo punto addirittura sciocco. Non riuscivo ad entusiasmarmi in questa lettura, tutti quei thé dalla signorina tal dei tali con resoconto dettagliato di pettegolezzi mi è diventato quasi subito pesante. Peccato, c'era buon materiale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Piacevole, insolito. Un po' lenta la prima parte, 27-06-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
All'inizio non è molto scorrevole come gli altri libri più famosi della Austen (Ragione e sentimento, Orgoglio e pregiudizio) però poi la trama entra nel vivo.
Risulta insolito il personaggio principale rispetto quelli a cui la Austen mi aveva abituato negli altri libri.
Poi assumono un ruolo centrale anche i personaggi secondari che arricchiscono la trama. A me è piaciuto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Emma (26)