€ 15.04€ 16.00
    Risparmi: € 0.96 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Ecco la storia
€ 9.00 € 8.46
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Ecco la storia

Ecco la storia

di Daniel Pennac


Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: I narratori
  • Traduttore: Mélaouah Y.
  • Data di Pubblicazione: settembre 2003
  • EAN: 9788807016356
  • ISBN: 8807016354
  • Pagine: 312
Il romanzo parte, non casualmente, al condizionale: "Sarebbe la storia di un dittatore agorafobico" che, volendo andare a vivere tranquillamente in Europa e sfuggire all'orribile destino predettogli da una maga, sceglie un sosia, che a sua volta sceglie un sosia, che a sua volta sceglie un sosia... Inizialmente uguale come una goccia d'acqua al dittatore, a sua volta simile a Rodolfo Valentino, il sosia subisce inavvertibili ma costanti cambiamenti, pur mantenendo una leggera somiglianza con il modello originario. Il popolo del piccolo stato di Teresina, però, attribuisce il cambiamento all'usura della politica.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Ecco la storia acquistano anche L' invenzione delle ali di Sue M. Kidd € 18.00
Ecco la storia
aggiungi
L' invenzione delle ali
aggiungi
€ 33.04

I libri più venduti di Daniel Pennac:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Ecco la storia e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 1 recensione)

3.0Non il Pennac più noto, ma molto bello, 12-12-2014
di - leggi tutte le sue recensioni
È un libro insolito e particolare, se pensiamo che lo ha scritto Pennac, che ha uno stile unico e inconfondibile. È una convulsa parabola politica su temi classici sudamericani: dittatori e loro sosia, scioperi e sindacati, etica e avidità. Pennac, però, aggiunge a tutto questo alcuni elementi decisamente bizzarri: l'età d'oro di Hollywood, morte e opere di star come Chaplin e Valentino, la vita nelle grandi pianure brasiliane, e questa commistione ricorda un po' Murakami.
La cosa più strana, in questo romanzo, è l'approccio stilistico: Pennac usa costantemente diversi punti di vista, diversi modi di narrazione, elementi autobiografici che delineano personaggi, luoghi e storie, in modo non lineare: sembra che la storia principale sia sviluppata nelle prime 50 pagine, ma poi accade qualcos'altro, che pian piano si evolve e conduce la storia ripetutamente avanti e indietro creando un intreccio singolare a volte straniante, a volte fastidioso, ma sempre originale. È molto interessante anche dal punto di vista della teoria letteraria, e ha alcuni spunti filosofici molto intriganti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO