€ 21.00
PDF protetto da Adobe DRM
Download immediato
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Il metodo Aucouturier.  Fantasmi dazione e pratica psicomotoria. E-book

Il metodo Aucouturier. Fantasmi d'azione e pratica psicomotoria. E-book

di Bernard Aucouturier


Download immediato
  • Editore: Franco Angeli Edizioni
  • Data di Pubblicazione: novembre 2015
  • Pagine: 257
  • Dimensione: 2.87 MB
  • Formato: PDF
  • Protezione: Adobe DRM (richiede software gratuito Adobe Digital Edition)
  • Dettagli Protezione: Array
  • EAN: 9788891733290

Fantasmi d'azione e pratica psicomotoria costituisce l'atteso manuale in cui l'autore, fondatore della omonima Pratica Psicomotoria Aucouturier (PPA) traccia in modo sistematico, forte di trentacinque anni di attività, i fondamenti teorici e le linee applicative del proprio metodo, già noto e applicato in Italia.

L'autore dedica la prima parte del volume alla psicodinamica della motricità infantile letta attraverso il concetto di fantasma d'azione, frutto delle esperienze corporee duali madre/bambino e origine a sua volta di azioni simboliche che rassicurano il bambino nei confronti delle inevitabili angosce, insistendo sul piacere di agire e di giocare come fattore essenziale nella costruzione della rappresentazione di sé e nello sviluppo del pensiero.

La seconda parte illustra la Pratica psicomotoria nelle sue funzioni educativa e preventiva da un lato, e terapeutica dall'altro, esplicitandone con chiarezza gli obiettivi e le strategie di rassicurazione profonda tramite il corpo e il linguaggio sulla base dei principi di una filosofia umanistica.

Questo libro, ricco di esperienza e di concetti, si rivolge anzitutto agli psicomotricisti, ma anche a tutti coloro che lavorano con i bambini, sollecitandoli a riflettere e a porsi domande sulla loro attività quotidiana.

Bernard Aucouturier è stato professore di educazione fisica e ha lavorato per molti anni presso il "Centro di Educazione fisica specializzata", poi "Centro di Pratica Psicomotoria" di Tours. È l'ideatore della Pratica psicomotoria educativa e preventiva e della Pratica di aiuto psicomotorio, nonché presidente e fondatore dell' Association Européenne des écoles de formation à la Pratique Pyichomotrice . È coautore di numerose opere sulla psicomotricità del bambino; tra le più recenti in italiano ricordiamo, con I. Darrault e J.L. Empinet, La Pratica Psicomotoria. Rieducazione e terapia , Armando, Roma, 1992 e, con G. Mendel, I bambini si muovono in fretta , CSIFRA, Bologna, 2003.

Indice:


Walter Fornasa , Presentazione
Ringraziamenti
Introduzione
Parte I. I fantasmi d'azione
Genesi dei fantasmi d'azione
(Interazioni perinatali e processi di trasformazione; Il fallimento dei processi di trasformazione; Il fantasma d'azione)
Evoluzione dei fantasmi d'azione e azioni simboliche
(I fantasmi d'azione e l'allattamento; I fantasmi d'azione e la prensione; I fantasmi d'azione e la motricità; I fantasmi d'azione e l'espulsione; I fantasmi d'azione e la genialità)
La rappresentazione di sé
(Paul e la corda: "Qui sono io e là eri tu"; Analisi teorica; Riflessioni sulla rappresentazione di sé)
L'espressività motoria del bambino
(Condizioni necessarie all'emergere dell'espressività motoria; Evoluzione dell'espressività motoria; La sala, luogo dell'espressività motoria e metafora del corpo materno; I disturbi dell'espressività motoria; L'osservazione dell'espressività motoria)
Parte II. La Pratica Psicomotoria educativa e preventiva
Principi pedagogici di base della Pratica Psicomotoria educativa e preventiva
(Un bambino aperto; Un grande dibattito educativo e pedagogico: "essere o non essere un modello"; Riconoscere l'originalità di ogni bambino; Un progetto educativo coerente)
La Pratica Psicomotoria educativa e preventiva
(Condizioni istituzionali necessarie alla realizzazione della Pratica Psicomotoria educativa; Obiettivi della Pratica Psicomotoria educativa; Il dispositivo della seduta; Realizzazione del dispositivo con bambini di diverse età; Le fasi della seduta; La fase della storia come rassicurazione profonda attraverso il linguaggio; La fase dell'espressività plastica e grafica)
L'atteggiamento dello psicomotricista in Pratica Psicomotoria educativa e preventiva
(Accogliere empaticamente; Alcune difficoltà incontrate dallo psicomotricista; Conclusioni)
Parte III. L'Aiuto psicomotorio in gruppo e individuale
L'Aiuto psicomotorio in gruppo
(Il gruppo d'Aiuto alla maturazione psicologica; Formazione del gruppo d'Aiuto; Chi fa domanda d'Aiuto?; Creare fiducia in chi collabora all'Aiuto)
La Pratica di Aiuto psicomotorio in gruppo
(Gli obiettivi; Il dispositivo della seduta; I contenuti della seduta; L'atteggiamento dello psicomotricista nella relazione con il gruppo di bambini; Il linguaggio dello psicomotricista: parole che sostengono e strutturano; Conclusioni)
L'Aiuto psicomotorio individuale: la filosofia dell'Aiuto
(La realizzazione di un intervento di Aiuto psicomotorio individuale; La Pratica di Aiuto psicomotorio individuale; La valutazione dell'Aiuto psicomotorio; La supervisione della Pratica)
Conclusioni