€ 8.52
EPUB protetto da Watermark
Download immediato
La regina degli scarabei. E-book

La regina degli scarabei. E-book

di M.G. Leonard

  • Prefazione di: Karl James Mountford
  • Tradotto da: Giuseppe Iacobaci
  • Editore: De Agostini
  • Data di Pubblicazione: marzo 2018
  • Pagine: 384
  • Dimensione: 5.6 MB
  • Formato: EPUB
  • Protezione: Watermark
  • Dettagli Protezione: Nessuno
  • Versione Stampata: La regina degli scarabei
  • EAN: 9788851160678
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente
La perfida Lucretia Cutter è tornata e ha un piano diabolico per conquistare il mondo. Darkus ce l’ha fatta, è riuscito a trovare suo padre e a riportarlo a casa, ma per il “ragazzo degli scarabei” i guai non sono finiti. La potentissima Lucretia Cutter è di nuovo a piede libero e, con l’aiuto del suo esercito di mostruosi coleotteri, è pronta a sottomettere l’intero genere umano. E intende farlo in diretta mondiale, nientemeno che dal palcoscenico più famoso di tutta Hollywood. Quando Darkus e i suoi amici scoprono il folle piano della donna, decidono di fermarla. Ma il papà di Darkus, che da qualche tempo si comporta in modo strano e sfuggente, proibisce loro di immischiarsi in affari che non li riguardano. Come se non bastasse i vecchi scagnozzi di Lucretia, i disgustosi cugini Humphrey e Pickering, sono usciti di prigione, più che mai determinati a vendicarsi. L’unica speranza di salvezza sembra essere Novak, la ragazza più eccentrica che Darkus conosca, nonché la figlia della sua peggior nemica... Dalla Groenlandia a Los Angeles, tra inseguimenti a perdifiato e micidiali abiti da sera fatti di insetti velenosi, riusciranno i nostri eroi a battere sul tempo Lucretia e impedire la catastrofe? Dopo il successo di Il ragazzo degli scarabei, un’altra avventura entusiasmante, con una super-cattiva che vi farà tremare a ogni pagina. “Le storie di Leonard sono uniche: ammantano il classico di modernità e regalano avventure alla Roald Dahl.” - The Bookseller “Al ritmo della narrazione si mescola anche la curiosità più divulgativa.” - Andersen