€ 23.56€ 24.80
    Risparmi: € 1.24 (5%)
Disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
La dimensione interpersonale della coscienza

La dimensione interpersonale della coscienza

di Giovanni Liotti

  • Editore: Carocci
  • Collana: Frecce
  • Edizione: 2
  • Data di Pubblicazione: settembre 2005
  • EAN: 9788843033522
  • ISBN: 8843033522
  • Pagine: 308
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

La coscienza umana nasce, vive e si sviluppa solo nel contesto della relazione fra persone. Fornire un quadro generale delle conoscenze sulla dimensione interpersonale della coscienza, emerse da molteplici campi di studio, è il primo obiettivo del volume. Scoperte recenti vengono passate in rassegna nella nuova edizione accanto a quelle etologiche, neuropsicologiche e cognitiviste già oggetto della prima. Una rassegna dettagliata delle ricerche sull'attaccamento nell'arco di vita, e un'analisi originale delle caratteristiche disfunzioni della coscienza osservabili nei disturbi dissociativi permettono di raccordare queste scoperte allo studio dello sviluppo normale e patologico. Il costituirsi della coscienza nella relazione fra s  e altro da s , piuttosto che nelle proprietà intrinseche al cervello singolo; l'istituirsi di abnormi discontinuità della coscienza e del senso di s  all'interno di particolari stili di attaccamento; la tensione dialettica universale fra unità del senso di s  e inevitabile molteplicità delle auto-rappresentazioni: sono questi alcuni dei temi affrontati con particolare originalità, in vista del secondo, e centrale, obiettivo del libro. Definire la forma di relazione che meglio sostiene la funzione integratrice della coscienza, anche allo scopo di mettere a fuoco alcuni problemi cruciali della psicoterapia e della relazione terapeutica, è infatti il contributo principale del testo, che dunque, pur rivolgendosi a chiunque sia interessato alla natura della mente, è indirizzato specificamente a quanti, nella ricerca e nella clinica, si confrontano professionalmente con l'umbratile universo della coscienza e dei suoi disturbi.


Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 1 recensione)

5Il sè con l'altro, 05-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Il lavoro di Liotti esamina dal punto di vista etipatogenetico, neurobilogico, psicoterapico il disturbo dissociativo, offrendo un vasto e puntuale quadro di riferimento scientifico dei diversi approcci al disturbo.
Il testo si conclude con l'esame della relazione terapeutica nella cura dei disturbi dissociativi, riferendosi a quanto teorizzato in precedenza.
Nella terapia si mira a ripristinare o conquistare un buon grado di continuità della coscienza e di coerenza nella conoscenza di sé, tendendo all'ideale di sicurezza, pariteticità e libertà comunicativa. Al di là dei differenti approcci e orientamenti teorici della terapia, il terapeuta utilizzerà se stesso, in primo luogo, come compositore delle trame distratte del paziente, attivando egli stesso i propri SMI all'interno della relazione.
Liotti afferma che la terapia ha conclusione nel buon esito della relazione che originandosi da una richiesta di accadimentoattaccamento si tramuta al fine in una cooperazione paritetica tra terapeuta e paziente, in cui la co-costruzione di significato diviene il punto d'arrivo che coniuga sistemi motivazionali prima divergenti.
All'interno della relazione terapeutica il paziente metterà continuamente alla prova il proprio terapeuta, il quale solo mantenendo la sua capacità d'ascolto e comprensione del paziente riuscirà a ricondurre la coscienza di quest'ultimo alla perduta continuità.
Ho trovato il manuale uno strumento molto utile per la terapia del DID.
Ritieni utile questa recensione? SI NO