€ 11.40€ 12.00
    Risparmi: € 0.60 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibilità immediata
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Cristo si è fermato a Eboli

Cristo si è fermato a Eboli

di Carlo Levi


  • Editore: Einaudi
  • Collana: Super ET
  • Data di Pubblicazione: gennaio 2014
  • EAN: 9788806219345
  • ISBN: 8806219340
  • Pagine: VIII-272
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Trama del libro

"Eboli - dicono i lucani tra cui Levi fu mandato al confino dal fascismo - e l'ultimo paese di cristiani. Cristiano è uguale a uomo. Nei paesi successivi, i nostri, non si vive da cristiani, ma da animali". Dice Italo Calvino in uno dei due testi che introducono questo volume: "La peculiarità di Carlo Levi sta in questo: che egli è il testimone della presenza di un altro tempo all'interno del nostro tempo, è l'ambasciatore d'un altro mondo all'interno del nostro mondo. Possiamo definire questo mondo il mondo che vive fuori della nostra storia di fronte al mondo che vive nella storia. Naturalmente questa è una definizione esterna, è, diciamo, la situazione di partenza dell'opera di Carlo Levi: il protagonista di "Cristo si è fermato a Eboli" è un uomo impegnato nella storia che viene a trovarsi nel cuore di un Sud stregonesco, magico, e vede che quelle che erano per lui le ragioni in gioco qui non valgono più, sono in gioco altre ragioni, altre opposizioni nello stesso tempo più complesse e più elementari".

Tutti i libri di Carlo Levi

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Cristo si è fermato a Eboli acquistano anche Se questo è un uomo di Primo Levi € 11.40
Cristo si è fermato a Eboli
aggiungi
Se questo è un uomo
aggiungi
€ 22.80

Voto medio del prodotto:  4 (4.2 di 5 su 13 recensioni)

4Cristo si è fermato a Eboli, 17-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Romanzo molto celebre, questo di Carlo Levi. Cronaca del tempo trascorso a Eboli, della sua esperienza come medico in un comune dove la povertà costituiva purtroppo veramente una grande piaga. Tante difficoltà pratiche e molto dolore per quello che non si poteva fare concretamente. Negli anni Ottanta diventerà anche un film di successo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Una favola, 01-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho avvertito leggendo questo romanzo-saggio la stessa sensazione del protagonista: sono rimasto letteralmente coinvolto nel mondo lucano, fatto di povertà e leggende, dove nulla è quello che è, ma segno di qualcos'altro. Sembra impossibile che una realtà del nostro paese fosse così immobilizzata nel passato, nella tradizione, fino a poco tempo fa. Viene voglia di ritrovare quei luoghi per scoprirne il livello quasi mitologico.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Uno spaccato del sud, 27-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
L'autore durante il suo esilio nel profondo meridione entra in contatto con una realtà completamente diversa e contrastante a quella del Nord. Impara ad apprezzare le usanze e credenze di un popolo privo di cultura ma ricco di passione. Carlo viene accolto a Grassano e Gagliano con affetto e lo ricambia. Un viaggio che rimane profonde riflessioni sul modo di interagire dello Stato con il popolo rurale del Sud italia durante dittatura Fascista.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Il meridione di decenni fa, 10-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo è stato un libro di culto per alcuni decenni del secondo dopoguerra, quando si doveva continuare a fare i conti col fascismo. Carlo Levi racconta il suo anno di confino (1935-36) in un paesino della Lucania. E' un mondo contadino miserabile e arcaico, lontano nello spazio e nel tempo dalla civiltà, che sembra essere scivolata per secoli sopra a queste terre brulle e scoscese senza lasciare quasi nessuna traccia. Questa lontananza è materiale ma anche culturale, e Levi a poco a poco ci racconta fame, malattie, fatalismo, superstizione, magia di un mondo che immaginavo possibile solo in qualche zona depressa dell'India o dell'Africa, e invece era qui, in Italia, nemmeno un secolo fa. Mi ha colpito il rispetto con il quale l'autore, piemontese, ha vissuto e descritto la Basilicata degli anni 30 e la sua popolazione rurale, totalmente estranee alle sue precedenti esperienze.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Cristo si è fermato a Eboli, 20-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
La copertina dell'edizione Einaudi ci mostra il ritratto della Santarcangelese con il dolcissimo figlio nell'omonimo film di Rosi. Il romanzo, scritto in prima persona dall'autore, ci mostra la Lucania come esperienza intera delle sua vita e attraverso il racconto emergono acume etnografico, ferocia critica alla borghesia malata, progetto per la ricostruzione del Sud Italia e, soprattutto, un grande rispetto per la dignità del contadini e del loro mondo magico.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Cristo si è fermato a Eboli (13)


Gli altri utenti hanno acquistato anche...

Ultimi prodotti visti