€ 3.95€ 7.90
    Risparmi: € 3.95 (50%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Che cosa hai fatto

Che cosa hai fatto

di Raul Montanari


  • Editore: Dalai Editore
  • Collana: I tascabili
  • Data di Pubblicazione: aprile 2009
  • EAN: 9788860734976
  • ISBN: 8860734975
  • Pagine: 266
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Remainders -50%
Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

In una Milano apocalittica, invasa dai carri armati, un uomo decide di liquidare la propria esistenza. Si licenzia, vende la casa in cui abita e mette tutti i soldi che ricava in mano a un'amica, Beatrice, una donna dalle relazioni potenti e pericolose. L'intesa è che Beatrice gli prepari un crescendo di piaceri che durerà dieci giorni. Seguito da un misterioso persecutore e tormentato da telefonate mute, l'uomo si immerge in questo viaggio conturbante, punteggiato da incontri imprevisti e avventure inaspettate, percorrendo fino all'estremo l'immaginario erotico maschile. Ma proprio quando crede di essere arrivato alla fine...

I libri più venduti di Raul Montanari

Tutti i libri di Raul Montanari

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Che cosa hai fatto acquistano anche La sottomissione di Ludovica di Francesca Mazzucato € 5.95
Che cosa hai fatto
aggiungi
La sottomissione di Ludovica
aggiungi
€ 9.90

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 1 recensione)

5Che cosa hai fatto, 21-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo romanzo è cupissimo, figlio della venda dark dell'ultimo montanari. La prima persona narrante che viene usata è diversa dagli altri romanzi di Montanari, dove il suo stile aveva un respiro ampio, descrittivo e introspettivo, qua è talmente aderente ai pensieri del protagonista da rendere assolutamente reale la sua vita, come se fosse il personaggio stesso a raccontarsi, lo scrittore non invade la storia ma assiste spettatore all'evolversi degli eventi. Nel romanzo la prima persona non è una prima persona narrante, ma una prima persona vivente. Frasi molto brevi, molti pensieri, riflessioni, descrizioni limitate alla possibile visione dell'uomo senza nome, le parole non si alzano in cielo a raccontare qualcosa che il protagonista non può vedere ma si fermano alla sua introspezione personale, avanzano con lui e permeano di umanità ogni singola frase. Che cosa hai fatto io non l'ho letto come un libro in cui si parla di autodistruzione dell'uomo, ma della destrutturazione dell'anima di una persona e della sua ricostruzione, la speranza è davvero l'ultima a morire nell'inconscio umano, e questa non è una frase fatta ma una verità, e lo spiraglio che Raul lascia alla fine del romanzo è un doveroso sospiro dopo una lettura fatta in totale apnea. CCHF è un romanzo disturbante, verissimo, ma io lo consiglio comunque come lettura, non si deve leggere soffermandosi sui fatti narrati, è un romanzo che chiede la passione e il dolore di entrare dentro di lui con il cuore in mano, racconta emozioni con onestà, che non ha paura del giudizio e che entra dentro al lettore con una forza impetuosa. P. S: Pag. 225, 30 maggio lunedi. E' un capitolo di una dolcezza e di una tenerezza sublime, perchè anche chi non lo dovesse vedere, in questo libro c'è tanto amore celato dietro la sofferenza, basta leggerlo con gli occhi aperti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Gli altri utenti hanno acquistato anche...

Ultimi prodotti visti