€ 30.00
In pubblicazione
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà acquistabile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
La copia pittorica a Napoli tra 500 e 600 produzione

La copia pittorica a Napoli tra 500 e 600 produzione

di A. Zezza, D. García Cueto


In pubblicazione
  • Editore: Artemide
  • Data di Pubblicazione: dicembre 2018
  • EAN: 9788875753122
  • ISBN: 8875753121

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Anche se tratto molto rappresentativo della cultura visiva napoletana di età moderna, il fenomeno della copia pittorica a Napoli ha finora ricevuto scarsa attenzione. Il progetto Copimonarch. La copia pittorica nella Monarchia Ispanica, secoli XVI-XVIII (HAR2014-52061-P, Ministero di Economía y Competitividad, Gobierno de España), intende riconsiderare le copie pittoriche di quei secoli nei parametri della più attuale storiografia, focalizzando sui grandi centri artistici della Penisola Iberica, ma anche sui territori legati in passato al potere spagnolo. Uno di questi è il regno di Napoli, la cui capitale fu il principale centro artistico del Sud d’Italia e la più popolosa città dell’impero spagnolo tra XVI e XVII. Napoli fu anche un grande centro di produzione e diffussione di copie pittoriche, le cuali molto spesso servirono a diffondere le creazioni d’artisti come Caravaggio, Ribera e Luca Giordano. Da Napoli, non poche di quelle copie passarono al territorio iberico, aiutando a stringere i molti legami artistici e culturali creati allora tra Napoli e la Spagna. Questo volume intende per la prima volta analizzare dalla sua specificità le copie pittoriche della scuola napoletana, il che resulta possibile grazie alla partecipazione di riconosciuti studiosi italiani e spagnoli procedenti dall’università, dai musei e dalle fondazioni culturali.