€ 30.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Disponibile in altre edizioni:

Il conte di Montecristo
Il conte di Montecristo(2015 - brossura)
€ 16.00 € 14.40
Disponibilità immediata
Il conte di Montecristo
Il conte di Montecristo(2014 - brossura)
€ 15.00 € 12.75
Disponibilità immediata solo 1pz.
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Il conte di Montecristo

Il conte di Montecristo

di Alexandre Dumas


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar grandi classici
  • Traduttore: Franceschini E.
  • Data di Pubblicazione: novembre 2003
  • EAN: 9788804480464
  • ISBN: 8804480467
  • Pagine: XXXI-1538
  • Formato: rilegato
Il romanzo fu pubblicato nel 1844. Edmondo Dantès, marinaio, prigioniero, misteriosamente ricco, mette a soqquadro l'alta società parigina. Imprigionato a Marsiglia nel 1815, il giorno delle nozze, con la falsa accusa di bonapartismo, rimane rinchiuso per 14 anni nel castello di If, vittima della rivalità in amore di Fernando e in affari di Danglars, odiato anche dal magistrato Villefort. Questi i tre nemici su cui, dopo l'evasione, cadrà la terribile vendetta di Dantès. Il romanzo associa, senza la preoccupazione di una trama logica e ragionata, le più incredibili avventure con l'aiuto anche di uno stile agile e incalzante. Questa nuova edizione contiene uno scritto di André Maurois.

Note su Alexandre Dumas

Alexandre Dumas (Villers-Cotterêts 1802 -Puys 1870) fu un drammaturgo e scrittore francese. Rimasto presto orfano del padre, non ebbe l’opportunità di seguire regolarmente gli studi. Poco più che ventenne si trasferì a Parigi, lavorò come cancelliere del Duca d’Orleans e diventò padre di Alexandre, anche egli futuro scrittore. Nel 1829 portò a teatro la sua prima pièce. Il successo, duplicato anche con il dramma “Christine”, gli permise di abbracciare totalmente la sua vocazione letteraria. Nel 1844 pubblicò “Il conte di Montecristo” e “I tre Moschettieri”, mentre l’anno seguente “La regina Margot”. Nel 1846 costruì un proprio teatro. L’esperienza però non funzionò e quattro anni dopo fu costretto a chiuderlo. Fu in seguito protagonista oculare della battaglia di Calatafimi e dell’ingresso di Garibaldi e della sua spedizione a Napoli. Divenne direttore del giornale garibaldino ”L’Indipendente”. Terminata la collaborazione, Dumas intraprese una serie di viaggi nell’Europa austro-asburgica e tedesca. Nel 1870 tornò a Parigi. Paralizzato da alcuni mesi, in dicembre Alexandre Dumas si spense nella casa del figlio.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.4 di 5 su 10 recensioni)

5.0Attendre et espérer, 02-02-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Nel momento in cui, leggendo le ultime pagine, i vostri occhi s'inumidiranno di lacrime; nel momento in cui, chiuso per l'ultima volta, vacillerete prima di riporlo; nel momento in cui le parole finali riecheggeranno nella vostra mente come un intrascurabile mantra… Ebbene, quello sarà il momento in cui vi renderete conto di aver vissuto una delle migliori avventure della vostra vita, di quelle capaci di modellare la vostra condotta per il resto della vostra vita. Chapeau.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il conte di Montacristo, 19-06-2014
di - leggi tutte le sue recensioni
Un uomo ingiustamente arrestato riesce ad evadere e medita vendetta.
Una trama apparentemente banale viene trasformata in un capolavoro assoluto grazie al genio narrativo di Dumas.
Intrighi, duelli, avvelenamenti, palazzi faraonici, figli illegittimi e oscuri segreti fanno da sfondo alle avventure del Conte che, servendosi di molteplici identità, riuscirà ad avere la meglio sui suoi nemici.
Montecristo è, suo malgrado, un personaggio machiavellico e la sua storia è un elogio della vendetta che, nelle pagine di questo romanzo, non ha nulla di vile o banale, ma viene descritta come un'arte che consente la sublimazione di ogni passione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Uno dei più bei libri che abbia letto, 21-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
è storia di un'ingiustizia subita e di una vendetta calcolata.
Uno stile scorrevole, semplice, intrigante.
Un libro che appassiona dalla prima all'ultima riga, un personaggio indimenticabile con una forza di volontà pari o forse superiore a hitcliff (cime tempestose) .
Mai sottovalutare la forza della mente umana.
Un romanzo che nonostante l'età rispecchia ancora perfettamente le ingiustizie della vita ed il sistema giudiziario odierno....
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Uno dei più bei romanzi in assoluto, 10-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Sono pienamente daccordo con alcune precedenti recensioni. Nessuna trasposizione cinematografica è riuscita a rendere giustizia a questo formidabile romanzo; ricco di colpi di scena, molto emozionante e per niente scontato è riuscito a tenermi sveglia fino a notte tarda. Solo in alcuni punti un pò "pesantuccio", ma dopo ci si rende conto che ogni frase ha la sua importanza e niente poteva essere evitato. 10 e lode al suo autore e a questo formidabile romanzo. Consigliato al cento per cento.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Sufficiente, 25-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Ottimo libro che racconta in ogni sua parte la storia di Dantès personaggio molto apprezzato e discusso! Davvero ben fatto. Da leggere!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0UNA VITA PER LA VENDETTA, 23-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo meraviglioso romanzo secondo me è il classico della letteratura francese per eccellenza. Nessuna delle trasposizioni cinematografiche gli hanno mai reso giustizia, nonostante le belle interpretazioni degli attori scelti o il tentativo di dividerlo in episodi per evitare di togliere parti salienti. Rimangono sempre omesse certe parti e inventate altre.
Questo romanzo è l'essenza della vendetta, studiata nei minimi dettagli, lenta e crudele, senza pietà verso nessuno.
Tanti i carnefici e tante le vittime. I ruoli si alternano, e chi un tempo è stato il carnefice finisce, per viltà e omissioni, per vedere calare la vendetta sulle persone a loro più care. Sono i giovani l'unica speranza, è il loro amore in cui si rispecchia il vecchio Dantes che ferma la sua sete incontrollata di vendetta.
Si vive insieme a Dantes tutta la sua sofferenza per il tradimento, la sua solitudine nei lunghi anni di prigionia, persino il senso di annegamento durante la sua fuga, e soprattutto l'emozione per l'incontro con la sua amata di un tempo. Tutto indimenticabile, tutto emozionante. Niente di scontato, soprattutto il finale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il conte di Montecristo, 03-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Semplicemente uno dei romanzi più belli mai scritti.
Edmond dantes o Conte di Montecristo è il personaggio più carismatico che sia mai comparso sulle pagine di un libro, tutti vorremmo essere il Conte perchè chiunque legga questo romanzo è investito suo malgrado dal fascino,dal mistero di questo personaggio.
In una sola parola... Immenso
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Il conte di Montecristo, 01-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Gran bella trama, ma sinceramente una palla disumana nonostante ll'ammodernamento di Eco, che fra l'altro si e' arreso dopo il primo centinaio di pagine nel lavoro di snellimento. Si vede proprio che Dumas versava in miseria e veniva pagato a riga.

Narrano che ciscuno incontri il momento giusto per affrontare questo libro in un determinato punto della propria vita. Evidentemente il mio non e' ancora arrivato
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La vera evasione, 14-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Grande opera di Dumas, nel quale l'autore riesce a catturare i sentimenti più nascosti che inquinano l'animo umano. Le gesta dei personaggi si ricollegano le une alle altre e la trama è affollata da numerosi colpi di scena. Assolutamente da leggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il conte di Montecristo, 01-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
non c'è estate senza un libro di Dumas, e questo, di tutti, è di gran lunga il più appassionanate. Da consigliare a chi crede che la storia sia quella passata in tv con un orrido depardieu.
Ritieni utile questa recensione? SI NO