€ 10.80€ 12.00
    Risparmi: € 1.20 (10%)
Disponibilità immediata solo 1pz.
Ordina entro 15 ore e 39 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo lunedì 25 giugno Scopri come

Disponibile in altre edizioni:

Consumo, dunque sono
Consumo, dunque sono(2013 - brossura)
€ 3.50
Attualmente non disponibile, ma ordinabile (previsti 15/20 giorni lavorativi)
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Consumo, dunque sono

Consumo, dunque sono

di Zygmunt Bauman


Disponibilità immediata solo 1pz.
  • Editore: Laterza
  • Collana: Economica Laterza
  • Edizione: 10
  • Traduttore: Cupellaro M.
  • Data di Pubblicazione: febbraio 2010
  • EAN: 9788842092278
  • ISBN: 8842092274
  • Pagine: 198
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

C'era una volta - nella fase solida della modernità - la "società dei produttori", epoca di masse, regole vincolanti e poteri politici forti. I valori che la governavano erano sicurezza, stabilità, durata nel tempo. Quel mondo si è sfaldato e oggi viviamo nella "società dei consumatori", il cui valore supremo è il diritto-obbligo alla "ricerca della felicità", una felicità istantanea e perpetua che non deriva tanto dalla soddisfazione dei desideri quanto dalla loro quantità e intensità. Eppure, dice Bauman, rispetto ai nostri antenati noi non siamo più felici: più alienati semmai, isolati, spesso vessati, prosciugati da vite frenetiche e vuote, costretti a prendere parte a una competizione grottesca per la visibilità e lo status, in una società che vive per il consumo e trasforma tutto in merce. Ma proprio tutto, anche i consumatori. Ciononostante stiamo al gioco e non ci ribelliamo, né sentiamo alcun impulso a farlo.

Tutti i libri di Zygmunt Bauman

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Consumo, dunque sono acquistano anche Vita liquida di Zygmunt Bauman € 10.34
Consumo, dunque sono
aggiungi
Vita liquida
aggiungi
€ 21.14

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 2 recensioni)

4Ibisogni non devono avere mai fine, 19-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro interessante che offre diversi spunti di riflessione sulla nostra società basata essenzialmente secondo l'autore sul consumo di oggetti il cui godimento è però limitato, perchè subito subentra il desiderio di possedere, acquistare, consumare qualcosa d'altro. Bauman definisce "consumatori difettosi" perennemente minacciati dall'ostracismo e dall'esclusione gli individui che si accontentano di avere un insieme finito di bisogni, e sembra considerarli una minoranza, un'eccezione che conferma la regola. Del resto "i bisogni non devono avere mai fine" sarebbe la fine della società stessa (o forse un nuovo inizio? ) . Come detto all'inizio è un libro interessante, ma tende inevitabilmente a considerare la società tutta un enorme gregge popolato da individui incapaci o non desiderosi di pensare con la propria testa. Anche Bauman parla di felicità, ma è chiaro che in una società che aspira incessantemente a qualcosa che non può ottenere, la felicità è una chimera.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4merita di essere letto, 26-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro complesso e difficile. Bauman esamina con lucidità le conseguenze della mercificazione della società: questo processo si spinge ormai a influenzare aspetti che di per sé non dovrebbero aver molto a che fare con il consumismo, come ad esempio la vita di relazione in famiglia o in ufficio o anche talvolta la ricerca del partner(!). La cosa più sconcertante è che anche le persone in un certo senso sono delle merci e obbediscono alle stesse logiche (il mercato del lavoro è un caso tipico). Molto attuali anche le riflessioni sulla minore spinta all'impegno sociale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Gli altri utenti hanno acquistato anche...

Ultimi prodotti visti