€ 4.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Disponibile in altre edizioni:

Chiesa di Sant'Antonio in Terni. Santuario antoniano dei protomartiri francescani
€ 4.00
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Chiesa di Sant'Antonio in Terni. Santuario antoniano dei Protomartiri francescani

Chiesa di Sant'Antonio in Terni. Santuario antoniano dei Protomartiri francescani

di Giuseppe Cassio


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Velar
  • Collana: I luoghi della fede
  • Data di Pubblicazione: dicembre 2011
  • EAN: 9788871357119
  • ISBN: 8871357116
  • Pagine: 48
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Un santuario nella città: così si presenta la chiesa di Sant'Antonio di Padova in Terni da quando vi sono state deposte le reliquie dei Protomartiri francescani. La decisione di costruire a Terni un nuovo edificio parrocchiale da dedicare a Sant'Antonio fu presa dal Vescovo Cesare Boccoleri (1921-1940) e dalla Provincia Serafica. La realizzazione però fu lunga e difficoltosa; la chiesa durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale subì notevoli danni ma fu possibile officiarla già nel 1945. Nel 1967 si decise di completarne la struttura. In occasione del 790° anniversario dal dies natalis dei Protomartiri francescani, uccisi in Marocco nel 1220, il Vescovo di Terni-Narni-Amelia Vincenzo Paglia ha ottenuto alcune reliquie dei martiri, che ha fatto traslare nella Chiesa di Sant'Antonio il 13 giugno 2010 durante una solenne liturgia con la quale il Vescovo Paglia ha inteso elevare la stessa a Santuario Antoniano dei Protomartiri. Le reliquie si trovano sull'altare della navata sinistra posto proprio di fronte a quello di Sant'Antonio, eretto sulla navata destra; entrambi sono stati dotati di due nuove pale dell'artista Piero Casentini, che mostrano sinteticamente alcune scene tratte dalla vicenda dei Protomartiri e dalla vita di Antonio.