€ 10.34€ 11.00
    Risparmi: € 0.66 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

La certosa di Parma
La certosa di Parma(2016 - brossura)
€ 11.00 € 9.35
Disponibilità immediata
La certosa di Parma
La certosa di Parma(2007 - brossura)
€ 10.00 € 7.50
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
La certosa di Parma

La certosa di Parma

di Stendhal


Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

Trama del libro

Ambientate in un un'Italia ottocentesca in parte fantastica, in parte reale, le avventure di Fabrizio del Dongo si snodano in una serie di incontri e peripezie al termine dei quali si trova il luogo del silenzio, lo spazio simbolico dell'isolamento e della rinuncia: la Certosa di Parma. E' un romanzo modernissimo, profondamente "realista". Stendhal vi riassume a un tempo lo spaesamento che la nascente società borghese determina nell'individuo e la perdita tutta individuale delle illusioni.

Tutti i libri di Stendhal

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 8 recensioni)

4.0Bello!, 09-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Bel libro, anche se non è riuscito a convincermi del tutto.

La zia di Fabrizio è forse il personaggio che mi è piaciuto più di tutti, proprio perchè sincera, spregiudicata, che per i suoi ideali e le sue idee ne pagava le conseguenze e non si lamentava. Insomma, una donna con la spina dorsale.

Consigliato!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Amore e politica a passo di ipocrisia, 26-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un grande romanzo storico, anche se a volte date e luoghi vengono un pò rimescolati.
Un piacere da leggere, da farsi scivolare addosso per potersi immergere nella vicenda e nella storia.
L'ambientazione italiana lo rende molto vicino, anche se non mancano critiche al modo di essere Italiano...
Per certi versi Stendhal inquadra caratteristiche del popolo italiano che sono del tutto attuali, come l'attidudine a leggere poco e cose molto leggere, la voglia di fare festa e la facile corruttibilità a tutti i livelli.
I personaggi sono ben disegnati, descritti ed interpretati, tanto che per il lettore è facile capirne l'umore la disposizione di spirito ed il carattere.
E' fortemente evidenziata la differenza fra classi sociali che c'era allora, con i regnanti ed i nobili sopra a tutti, seguiti dai borghesi, dopodichè la servitù e per ultimo il popolo dove la povertà si avverte più come una colpa che come disagio sociale.
Salotti bene dove regna l'ipocrisia, l'apparire prima dell'essere; l'ottenere un titolo nobiliare anche a costo di perdere ogni dignità personale.
I ricchi ed i potenti potevano tutto: decidere, corrompere, spartirsi le alte cariche politiche, scegliere giudici eo influenzarli, e da questo punto di vista sembra che veramente poco sia cambiato ai giorni nostri.
Uccidere un personaggio di dubbia fama da parte di un nobile bene in vista non veniva considerato un così atroce reato.
Nel fascino di questa ambientazione prende campo la storia d'amore, che nasce dalle ceneri delle avventure di Fabrizio fino a radicarsi nel suo cuore ed in quello della sua amata.
Un altro elemento che distingue il periodo storico è la facilità di costumi dei prelati, corrotti spesso dal potere temporale ed amanti della bella vita.
Un piacere da leggere a piccoli sorsi da gustare ad ogni ora del giorno, un classico che non risulta noioso o pesante, ma molto intelligente scorrevole nonostante il linguaggio per sua natura un pò arcaico.
Molto affascinante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La certosa di Parma, 26-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Nell'arco di tutta la mia vita ho riletto più volte il romanzo di Stendhal, trovando sempre spunti interpetativi diversi. Lui non aveva affatto l'intenzione di realizzare solo un romanzo d'avventure; il suo scopo è stato ben più elevato e non a caso l'ambientazione è in uno stato assolutista quale era il Ducato di Parma. La sua è una ferma condanna alla politica, che tutto piega alla ragion di stato, tanto che mi verrebbe spontaneo dire, rifacendomi a quanto osservò Balzac, entusiasta dell'opera, La Certosa è il romanzo che avrebbe scritto il Macchiavelli se fosse vissuto a quell'epoca e fosse stato messo al bando dai poteri imperanti.
Insomma, secondo me, tutti i romanzi di Stendhal, ma soprattutto questo, sono delle vere e proprie dissertazioni di amoralismo politico.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La certosa di Parma, 20-12-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Il racconto ha come sfondo l'Italia della Restaurazione, in buona parte immaginaria, il protagonista è il giovane nobiluomo milanese Fabrizio del Dongo. Per la sua educazione viene mandato a Milano presso un collegio di gesuiti. Qui, però, il suo unico interesse è rappresentato dalla lettura di un volume di famiglia dove sono narrate le imprese eroiche dei suoi antenati: i Valserra (marchesi del Dongo) . Si anima così di un forte spirito cavalleresco.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La Certosa di Parma, 09-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Capolavoro della letteratura romantica 'ottocentesca', unisce, con l'abile scrittura di Stendhal, avventura e storia di sentimenti, in una fantastica ambientazione della società italiana dell'epoca, anche se legata alla vita di corte, nella fattispecie Parma
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su La certosa di Parma (8)


Ultimi prodotti visti