€ 7.99€ 8.50
    Risparmi: € 0.51 (6%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
I cento passi

I cento passi

di Marco Tullio Giordana, Claudio Fava, Monica Zapelli


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: Universale economica
  • Edizione: 4
  • Data di Pubblicazione: luglio 2014
  • EAN: 9788807884849
  • ISBN: 8807884844
  • Pagine: 151
  • Formato: brossura

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Il libro, che propone la sceneggiatura dell'omonimo film, racconta la storia di un giovane di Cinisi, un piccolo paese nei pressi di Palermo. Si chiama Giuseppe Impastato. Forte della sua formazione comunista rompe i rapporti con un padre troppo ossequioso verso il boss locale e comincia la sua battaglia contro il silenzio e le diffuse connivenze mafiose. Dalla protesta in piazza ai giornali volanti, alle manifestazioni improvvisate, Peppino arriva infine all'uso politico di una radio libera. Fa nomi e cognomi, denuncia gli interessi che ruotano intorno all'ampliamento dell'aereoporto di Punta Raisi, mette spalle al muro il boss Tano Badalamenti. Peppino Impastato viene ucciso il 9 maggio 1978 e la notizia sepolta sotto il clamore del delitto Moro.

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano I cento passi acquistano anche I dieci passi. Piccolo breviario sulla legalità di Mario Conte € 6.90
I cento passi
aggiungi
I dieci passi. Piccolo breviario sulla legalità
aggiungi
€ 14.89

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su I cento passi e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  0 (0 di 5 su 0 recensioni)

5I cento passi, 03-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un racconto fantastico di una cosa purtroppo realmente successa! Non ci sono parole per spiegare come sia potuto accadere tutto ciò: anche in questo caso lo Stato non c'era. I cento passi sono il simbolo della vicinanza fisica alla feccia del mondo. Il confine è sottilissimo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Bello bello, 06-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
In nome di un grande che non c'è più, di un sistema che non l'ha protetto e che ne ha coperto la morte mascherandola come suicidio. Si ritrova il tema della famiglia intesa in chiave mafiosa e in chiave umana. Rimane un must che accompagna i giudici Falcone e Borsellino.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti