€ 22.80€ 24.00
    Risparmi: € 1.20 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come

Cavalcare la tigre. Orientamenti esistenziali per un'epoca della dissoluzione

di Julius Evola

18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

Julius Evola tratta in quest'opera del problema dei comportamenti che per un tipo umano differenziato si addicono in un'epoca di dissoluzione, come l'attuale. E "orientamenti esistenziali per un'epoca della dissoluzione" è il sottotitolo esplicativo che l'autore stesso dettava per la prima edizione del 1961. Il libro, però, venne pensato all'inizio degli Anni Cinquanta - per poi essere adattato allo svilupparsi della situazione contingente una decina d'anni dopo - insieme a "Gli uomini e le rovine", che uscì nel 1953. I due saggi dunque, non devono essere considerati in contrapposizione, ma viceversa come complementari. Per essi è possibile adottare la definizione che Evola diede per i suoi due libri sulla sapienza orientale, "Lo yoga della potenza" e "La dottrina del risveglio": così, "Gli uomini e le rovine" è analogamente al primo l'indicazione della "via umida", cioè della affermazione e della realizzazione in atto; "Cavalcare la tigre" illustra come il secondo la "via secca", cioè quella intellettuale, interiore, personale. Partendo da una decisa opposizione a tutto ciò che è residuale civiltà e cultura borghese, viene cercato un senso dell'esistenza di là del punto-zero dei valori, del nichilismo, del mondo dove "Dio è morto".

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 1 recensione)

5Consigli per gli uomini ancora in piedi, 17-05-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro pieno di orientamenti e consigli su come considerare il mondo moderno.
Naturalmente non è un testo per tutti, può secondo me essere compreso solo da chi avverte già di suo un disagio nei confronti della società moderna e dei suoi valori (materialismo, se non teorico, almeno di fatto, culto del profitto, meccanizzazione del lavoro e della vita senza lasciare più spazio all'Umanità e allo spirito).
Ritieni utile questa recensione? SI NO