€ 7.60€ 8.00
    Risparmi: € 0.40 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Cattiva maestra televisione

Cattiva maestra televisione

di Karl R. Popper

Carta docenteAcquistabile la Carta del docente

Descrizione del libro

"Una democrazia non può esistere se non si mette sotto controllo la televisione, o più precisamente non può esistere a lungo fino a quando il potere della televisione non sarà pienamente scoperto." (Karl R. Popper) Un classico che ha suscitato un dibattito inesauribile e oggi è più che mai attuale, un una nuova edizione arricchita da un saggio introduttivo di Giancarlo Bosetti e dai testi di John Condry, Karol Woytila, Raimondo Cubeddu e Jean Baudoin.


Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Cattiva maestra televisione acquistano anche Consumo, dunque sono di Zygmunt Bauman € 11.40
Cattiva maestra televisione
aggiungi
Consumo, dunque sono
aggiungi
€ 19.00

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 3 recensioni)

4Saggio, 22-03-2018
di - leggi tutte le sue recensioni
Famosissimo saggio di Popper, noto a chi ha studiato filosofia. Nel volume viene presentata in maniera minuziosa quella che è l'influenza esercitata dalla televisione sui più piccoli. Quindi una sorte di allarme sul controllo che dovrebbe essere fatto sui programmi televisivi e non.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Il potere della televisione, 30-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Una democrazia non può esistere senza il controllo della televisione: ecco la tesi con cui il filosofo austriaco esprime la sua preoccupazione sul potere del piccolo schermo e sui danni che può causare all'essere umano, quindi alla società. Nella sua brevità, il libro è ricchissimo di contenuti, fra i quali anche un monito all'umanità: quando la società si renderà conto del male che la tv fa all'uomo, sarà troppo tardi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Cattiva maestra televisione, 22-09-2010, ritenuta utile da 3 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Cattiva maestra televisione unisce un pamphlet di Popper, introdotto da un saggio di Giancarlo Bosetti, che spiega la necessità di una patente per fare tv, ad articoli di altri nomi importanti nel dibattito sul rapporto informazione – potere, quali John Condry, Raimondo Cubeddu e Jean Baudouin; figura anche un discorso di Papa Giovanni Paolo II sulla potenza dei media a sull’influenza della “bambinaia elettronica” sui suoi piccoli, punto focale anche della teoria di Popper. La tv è maestra, oggi inconsapevole, ma cattiva, forse meno inconsciamente, perché si preoccupa del profitto di uno solo dei suoi allievi: è il suo pupillo audience, il solo (risulta difficile dire “quasi il solo”) obiettivo delle emittenti. Il filosofo politico mette in guardia i suoi uditori da un pericolo generato dalla potenza dei media: la progressiva scomparsa della democrazia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Gli altri utenti hanno acquistato anche...

Ultimi prodotti visti