€ 19.74€ 21.00
    Risparmi: € 1.26 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Caduta libera
€ 12.50 € 11.75
Disponibilità immediata
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Caduta libera

Caduta libera

di Nicolai Lilin


Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Supercoralli
  • Data di Pubblicazione: aprile 2010
  • EAN: 9788806200633
  • ISBN: 8806200631
  • Pagine: 326
  • Formato: rilegato
Nel settembre dell'anno 1999 la Federazione Russa annuncia ufficialmente l'inizio della seconda operazione antiterroristica nel territorio della Repubblica Federativa della Cecenia e nella zone confinanti con il Caucaso del Nord. Lilin racconta quello che hanno vissuto i giovani dell'esercito russo in quel periodo, durante il loro servizio militare obbligatorio; e quello che hanno vissuto i civili, mentre nella loro terra operavano due eserciti nemici. L'autore di "Educazione siberiana" narra in presa diretta la vera faccia della guerra, quella che non si vede nei film, nei documentari, e che si vede solo a tratti nei reportage giornalistici o nei racconti degli osservatori di pace e dei difensori dei diritti umani. Racconta tutto in modo tale da permettere a ogni lettore di vivere i momenti della guerra, di attraversarla a fianco dei soldati, di sentirne l'oscenità sulla propria pelle. Mostrandone soprattuto le contraddizioni. Un libro che vuole essere apolitico, neutrale; che racconta la guerra, la vita e la morte, le ingiustizie, gli orrori e gli atti di onestà così come apparivano nella vita di ogni giorno in Cecenia; che descrive le sensazioni, la perdita dell'equilibrio, i cambiamenti dell'essere umano che avvengono nel caos, oltre i limiti dell'etica e della morale. Non un saggio storico, ma un romanzo costruito su particolari veri, con vite vere. Nicolai Lilin è nato nel 1980 a Bender, in Transnistria. Nel 2003 si è trasferito in provincia di Cuneo e nel 2009 ha scritto il romanzo "Educazione siberiana".

Note su Nicolai Lilin

Nicolai Lilin è nato a Bender, in Moldavia, il 12 febbraio del 1980. Di origini siberiane, Nicolai Lilin, fino all’età di diciotto anni, ha vissuto in Transnistria, una regione indipendente, non riconosciuta a livello internazionale, facente parte ufficialmente della Repubblica di Moldavia. Ha prestato servizio nell’esercito russo e ha combattuto la guerra in Cecenia. Nel 2003 si è trasferito in Italia. E’ sposato con un’italiana e ha una figlia. Il suo esordio nella narrativa è avvenuto nel 2009, con il romanzo dal titolo “Educazione siberiana”, dove racconta la vita nelle comunità criminali di origine siberiana della Transnistria. Il romanzo ha avuto un enorme successo, ed ha avuto una trasposizione cinematografica con la regia di Gabriele Salvatores. Il suo secondo romanzo è de 2010 e si intitola “Caduta libera”, nel quale racconta l’esperienza di guerra in Cecenia, mentre nel romanzo 2Il respiro del buio” (2011), racconta le difficoltà incontrate nel reinserirsi nella società al termine della guerra. Il suo quarto romanzo è del 2012 e si intitola “Storie sulla pelle”, opera incentrata sui tatuaggi siberiani. A partire dal 2010 Nicolai Lilin vive e lavora a Milano, accanto all’attività di scrittore, collabora con alcune testate giornalistiche e gestisce il Kolima Contemporary Culture, un centro di disegno e tatuaggio siberiano.
 

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Caduta libera acquistano anche Fuga dal campo 14 di Blaine Harden € 16.05
Caduta libera
aggiungi
Fuga dal campo 14
aggiungi
€ 35.79

I libri più venduti di Nicolai Lilin:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Caduta libera e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 2 recensioni)

3.0impegnativo, 10-11-2010, ritenuta utile da 3 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi aspettavo un libro che trattasse maggiormente degli aspetti psicologici che un ragazzo quasi ventenne è costretto a vivere in una guerra terribile. Vieni coinvolto negli avvenimenti terribili di un gruppo di sabotatori, tanto quasi da sentire il rumore dei proiettili e l'esplosione delle granate! Realistico e agghiacciante! Lascia al lettore l'analisi finale, evitando una morale scontata!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0ANCORA GUERRA, 11-10-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo davvero agghiacciante, la dimostrazione, qualora c'e' ne fosse ancora bisogno dell'assurdità della guerra e sopratutto della assoluta censura operata su tutti i mezzi di comunicazione per far passare un genocidio di civili come una guerra contro il terrorismo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO