€ 17.50
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Disponibile in altre edizioni:

Il cacciatore di aquiloni
Il cacciatore di aquiloni(2014 - brossura)
€ 11.90 € 11.19
Disponibilità immediata
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Il cacciatore di aquiloni

Il cacciatore di aquiloni

di Khaled Hosseini


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Piemme
  • Traduttore: Vaj I.
  • Data di Pubblicazione: marzo 2004
  • EAN: 9788838481727
  • ISBN: 8838481725
  • Pagine: 394
  • Formato: brossura
Il cacciatore di aquiloni. Khaled Hosseini.
Si dice che il tempo guarisca ogni ferita. Ma, per Amir, il passato è una bestia dai lunghi artigli, pronta a riacciuffarlo quando meno se lo aspetta. Sono trascorsi molti anni dal giorno in cui la vita del suo amico Hassan è cambiata per sempre in un vicolo di Kabul. Quel giorno, Amir ha commesso una colpa terribile. Così, quando una telefonata inattesa lo raggiunge nella sua casa di San Francisco, capisce di non avere scelta: deve tornare a casa, per trovare il figlio di Hassan e saldare i conti con i propri errori mai espiati. Ma ad attenderlo, a Kabul, non ci sono solo i fantasmi della sua coscienza. C'è una scoperta sconvolgente, in un mondo violento e sinistro dove le donne sono invisibili, la bellezza è fuorilegge e gli aquiloni non volano più.
Il cacciatore di aquiloni. Khaled Hosseini.

Note su Khaled Hosseini

Khaled Hosseini è nato a Kabul il 4 marzo del 1965. Appartenente al gruppo etnico Pashtun, ha trascorso i primi anni della sua vita in Afghanistan. Era il quinto di cinque fratelli. Suo padre lavorava come diplomatico presso il Ministero degli Esteri afghano, mentre sua madre insegnava persiano e storia in un liceo femminile di Kabul. Nel 1970 il padre di Khaled riceve, da parte del Ministero degli Esteri, la richiesta di trasferimento presso l’ambasciata afghana presente a Teheran, in Iran. Quindi, all’età di cinque anni, Khaled segue la famiglia a Teheran. Tornati a Kabul nel 1973, assistettero al colpo di stato che avvenne nello stesso anno. Tre anni dopo, nel 1976, la famiglia Hosseini si trasferisce nuovamente. Questa volta la destinazione è Parigi. La difficile situazione politica che si era venuta a creare in Afghanistan, dove il potere era nelle mani di un’amministrazione comunista appoggiata dalla Russia, spinse la famiglia Hosseini a rinunciare a rientrare nel paese per timore del conflitto russo-afghano, scoppiato nel dicembre del 1979. Nel 1980 ottennero asilo politico negli Stati Uniti e si trasferirono in California. Avendo lasciato i loro averi in Afghanistan, vissero di sussidi statali fino a quando il padre di Khaled, svolgendo diversi lavori, riuscì a guadagnare abbastanza per poter mantenere la famiglia. Khaled si è diplomato alla Independence High School di San Josè nel 1984 e poi si è iscritto alla Santa Clara University, dove ha conseguito la laurea in Biologia nel 1988. Successivamente si è iscritto alla San Diego University of California, dove nel 1993 ha ottenuto la specializzazione in Medicina. Ha esercitato la professione di medico per circa dieci anni, prima di dedicarsi alla letteratura. Il suo romanzo d’esordio si intitola “Il cacciatore di aquiloni”. Scritto nel 2003 il romanzo, ambientato tra Afghanistan, Pakistan e stati Uniti, ha ottenuto un incredibile successo di pubblico e critica, registrando record di vendite e venendo tradotto in tutto il mondo. Khaled Hosseini attualmente vive nel nord della California assieme alla moglie Roya e ai loro due bambini, Harris e Farah.

Prodotti correlati:

I libri più venduti di Khaled Hosseini:

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.6 di 5 su 47 recensioni)

5.0Molto bello, 07-02-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro ormai divenuto famosissimo a buon diritto direi, visto che è meraviglioso. Storia toccante e commovente che però lascia aperto uno spiraglio di speranza e di riscatto. Scorre velocemente sebbene sia una lettura impegnativa e questo è sicuramente un buon vantaggio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Stupendo , 05-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro davvero stupendo lo si legge in qualche giorno dopo aver cominciato a leggere. La storia ha come tema fondamentale l'amicizia sullo sfondo del difficile momento del medio oriente. Io penso che sia una storia adatta sia ai ragazzi che agli adulti. L'autore riesce a dipingere come sfondo la distruzione e l'orrore della guerra
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Semplicemente unico, 30-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Amir e il suo amico Hassan sono bambini semplici che riescono a trovare la felicità in piccole cose, come ad esempio gli aquiloni. Proprio durante la ricerca di uno di questi il suo amico Hassan è vittima di "bulli" ma Amir per paura fugge; una scelta che si rimproverà tutta la vita. Una sera squilla il telefono: la vita offre una seconda possibilità ad Amir, che ritornerà a Kabul, loro paese di origine...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Il cacciatore americano, 28-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro scorrevole, un'avventura che si legge volentieri fino a tre quarti, con belle descrizioni dell'Afghanistan quando ancora era un paese vivibile (non per tutti) , dei rapporti tra le varie etnie, e condizioni ancorate al legame padrone-servo. Poi l'arrivo della guerra e dei talebani sconvolge tutto, il protagonista fugge, ma non dimentica. Ed è proprio la parte finale a non reggere, a fare innervosire il lettore per la banalità da libro con i supereroi, e scelte a dir poco non condivisibili forse per far piacere ad un pubblico considerato poco intelligente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Libro molto importante! , 01-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
E' un libro molto intenso! E' stato tratto anche un film che vi consiglio di vedere se avete amato il libro come me!
A me una delle cose che ha più colpito è stato assolutamente il modo in cui i bambini vivono in Afganistan! Un libro veramente commovente!
Il protagonista si vede fin dall'inizio che ammette di non essere perfetto! Un libro che consiglierei personalmente a tanti ragazzini viziati che ci sono al mondo oggi!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il vento del cuore fa volare un aquilone!, 20-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
"Era solo un sorriso, niente di più. Una piccola cosa. Una fogliolina in un bosco che trema al battito d'ali di un uccello spaventato. " Questo splendido libro raccoglie una marea di lezioni! Il titolo "Il cacciatore di aquiloni" lasciava pensare a tutt'altra storia, ma poi nelle pagine ho scoperto un mondo! Alla fine della lettura non restano altro che lacrime e un sorriso sulle labbra.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il cacciatore di aquiloni, 15-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Chiunque snobbi questo libro perchè crede che sia l'ennesimo best seller senza merito si sbaglia di grosso. Il cacciatore di aquiloni è un libro che commuove, emoziona, fa paura ma che va assolutamente letto. Non ci sono eroi in qeusto libro, ci sono persone comuni che hanno dovuto affrontare delle scelte nella loro vita con relative conseguenze.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Bello... Nient'altro da aggiugere!, 27-01-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Che dire anche di questo libro, l'autore è lo stesso del mio libro preferito e questo è il "secondo nella mia classifica". Potrei dire quindi che è fenomenale l'autore nello scrivere libri di questo spessore. Ti fa conoscere culture, luoghi e persone che sono molto lontani da noi, e che in quanto tali affascinano. La storia del protagonista è stupenda e come sempre il libro si trova su un altro pianeta rispetto al film (fatto molto bene ma non è capace di emozionare quanto il libro) . Lo consiglio a chi vuole capire di più se altri popoli. Davvero un bel libro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Una storia afghana!, 21-01-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Una storia di amicizia attraverso trent'anni di storia afghana.
Un libro bello, scorrevole, ma decisamente inteso, dove si "entra nella vita" di una guerra che personalmente ho visto solo per tv. Un bel libro per nulla pesante che ci fa riflettere sulla cultura musulmana, così poco ben vista da noi occidentali.
Se l'uomo non alza gli occhi al cielo non vedrà mai la bellezza di un volo d'aquilone. Alzando lo sguardo dimentichiamo le nostre miserie e vediamo quelle di chi soffre in silenzio e non ha voce. Questo è per me un Aquilone e il suo cacciatore... Finchè volerà anche un solo aquilone ci saranno cieli azzurri e sereni e la speranza di un domani migliore per tutti noi.
E' una storia toccante e coinvolgente che vale la pena di leggere e su cui riflettere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Da leggere assolutamente!, 19-01-2012, ritenuta utile da 1 utente su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Essendo ambientato a Kabul, all'inizio pensavo dovesse essere pesante da leggere... Invece è stato davvero una rivelazione: splendido, commovente, drammatico al punto giusto, ma soprattutto toccante. E' uno di quei libri, che dopo averlo finito di leggere ti lascia ancora scosso dalle profonde emozioni suscitate...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il cacciatore di aquiloni, 27-09-2011, ritenuta utile da 1 utente su 7
di - leggi tutte le sue recensioni
Storia toccante e dolorosa, che strappa più di una lacrima al lettore. Ferite che non riescono a guarire neanche dopo anni, il ritorno per redimersi, l'ambienzione assolutamente unica e incantevole dell'afghanistan prima che la guerra e l'estremismo rovinasse tutto, quando ancora gli aquiloni coloravano il cielo. Imperdibile
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Bellissimo, 12-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Divorato in soli due giorni, lettura scorrevole e alla portata di tutti. La storia è dolorosa, ma del tutto affascinante, trasporta il lettore in un'altra dimensione caratterizzata dalla cruda realtà del mondo afghanistano. Un libro toccante, attraverso le descrizioni regala emozioni uniche. Consiglio anche la lettura di Mille Splendidi Soli!
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Il cacciatore di aquiloni (47)