€ 6.80€ 8.50
    Risparmi: € 1.70 (20%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 2/4 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Il buon Gesù e il cattivo Cristo
€ 13.30 € 14.00
Disponibile in 2/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come

Il buon Gesù e il cattivo Cristo

di Philip Pullman

  • Editore: TEA
  • Collana: Saggistica TEA
  • Traduttore: Bartocci M.
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2012
  • EAN: 9788850228720
  • ISBN: 8850228724
  • Pagine: 162
  • Formato: brossura
PromozionePromozione TEA
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Trama del libro

Ci sono storie destinate a scolpirsi nella memoria di chi le legge o le ascolta, a durare in eterno, e che, nonostante lo scorrere dei secoli, mantengono intatto il mistero dei loro protagonisti, che a loro volta diventano linfa per altre storie. E così per il Vangelo, forse la storia più universalmente conosciuta, senz'altro la più controversa e dibattuta, perché controversa e dibattuta è la figura su cui è incentrata: Gesù Cristo. A distanza di anni dal grande successo e dalle accese polemiche della sua grandiosa trilogia "Queste oscure materie", Philip Pullman torna a confrontarsi con la visione religiosa e la critica alla teocrazia, e lo fa partendo proprio dal suo fulcro vitale: la figura di Gesù. Con un linguaggio semplice e immediato, proprio come quello evangelico, fautore ci restituisce un'affascinante rivisitazione della vita del Cristo, regalandoci una nuova storia, che spalanca le porte a nuove letture e interpretazioni, destinate a risuonare ben oltre la pagina finale.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 4 recensioni)

4Quando si dice romanzo, 13-10-2012, ritenuta utile da 47 utenti su 110
di - leggi tutte le sue recensioni
Pullmann è un vero letterato, di quelli che ti fanno leggere pressoché qualsiasi cosa, perché la sanno rendere bella, coinvolgente, credibile. Questo si chiama arte.
Che dire del libro su Gesù e Cristo? Dico che è un romanzo, un romanzo a tutto tondo, che va preso come tale e certamente piacerà.
L'idea che la Vergine Maria avesse messo al mondo due gemelli, uno fulgido e l'altro oscuro, a quanto pare non era ancora apparsa nel panorama letterario. Così si sviluppa la vicenda dei due gemelli, senza volontà da parte mia di anticipare altro.
Alla fine della lettura, che oltretutto è anche piuttosto breve e non stanca con inutili prolissità, sarà il lettore a decidere cosa ha ricavato dal racconto di Pullmann: un piacevole intrattenimento, o un gradino in più sulla via della spiritualità e dell'accostamento a Gesù Cristo?
Per me, lo ribadisco, è stata una bella lettura, non un passo verso nuove conoscenze, ma semmai verso una maggiore compassione per le debolezze e gli errori degli uomini.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Storie di Vangeli, 13-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Storie di Vangeli... Il Vangelo, forse la storia più universalmente conosciuta, ma ancora controversa e dibattuta, perché controversa e dibattuta è la figura su cui è incentrata: Gesù Cristo. Pullman Philip cerca di dare una trasformazione alla figura, storia e ruolo officiale della figura del Cristo. Una rivistazione del Vangelo classico. Ma la riuscita dell'intento di Pullman non mi pare ottimale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Tre e mezzo, 13-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Tre stelline e mezzo per quest'ultimo lavoro di Philip Pullman pubblicato in Italia, anche se il mio giudizio è più influenzato dal gusto personale che dalla bellezza oggettiva dell'opera (non sono troppo affine a temi del genere, ma questo è una questione di gusti).
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4educativo, 21-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Una narrazione possibile, seppure molto lontana da quella ufficiale, più umana, più verosimile, senza negare l'intervento divino, o di un disegno superiore. Utile per capire quanto sono lontani, in generale, la verità dei fatti, dalla storia, dal racconto che si tramanda. Utile per uscire da un pensiero unico, per iniziare a parlare del Gesù storico, per renderlo più umano, per spogliare la leggenda senza sminuirne la grandezza. E se questo irrita i fondamentalisti, peccato. A me invece, posta così, la figura di Gesù appare molto più bella.
Ritieni utile questa recensione? SI NO