€ 17.76€ 18.50
    Risparmi: € 0.74 (4%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Normalmente disponibile in 10/15 giorni lavorativi (difficile reperibilità)
Quantità:
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Il buio oltre lo schermo. Gli archetipi del cinema di paura

Il buio oltre lo schermo. Gli archetipi del cinema di paura

di Riccardo Strada


Descrizione del libro

Il volume indaga il profondo legame tra psicoanalisi e cinema, mostrando come il cinema possa essere un mezzo fortemente rappresentativo delle paure e degli stati d'animo del singolo e della collettività e analizzando, da un punto di vista psicologico-psicoanalitico, ma anche da quello più strettamente visivo, le motivazioni profonde dello scaturire del sentimento della paura e dell'orrore. Dopo aver preso in esame le principali figure nel cinema horror e aver esplorato i diversi aspetti che ne motivano l'enorme presa sul pubblico, il libro mostra la serietà con cui questa "moderna forma d'arte" riesca a farsi portavoce di uno dei sentimenti e degli stati d'animo più complessi dell'essere umano: la paura.

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Il buio oltre lo schermo. Gli archetipi del cinema di paura acquistano anche Tradimenti. L'imprevedibilità nelle relazioni umane di Gabriella Turnaturi € 7.05
Il buio oltre lo schermo. Gli archetipi del cinema di paura
aggiungi
Tradimenti. L'imprevedibilità nelle relazioni umane
aggiungi
€ 24.81

Voto medio del prodotto:  2 (2 di 5 su 2 recensioni)

2Il buio oltre lo schermo. , 07-07-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Ricerca forzata e incredibilmente piatta sulla mente umana, che vorrebbe indagare il mondo della cinematografia di paura e finisce per disperdersi nelle premesse, affrontando il tema centrale in modo molto superficiale.
Per di più, molti dei titoli citati non fanno parte del filone horror, su stessa ammissione dell'autore: e allora perchè occuparsene ampiamente, lasciando a pellicole attinenti poche righe?
Il tono di questa opera è quello di una tesi di laurea, e neanche delle più riuscite: pedissequa, con poche fonti esaurienti, scarso approfondimento e assai più scarsa originalità nell'affrontare la tematica. Restano per altro fuori dall'analisi molti film e registi importanti, e nel complesso il risultato è assai insoddisfacente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2Il buio oltre lo schermo, 07-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Concedetegli una seconda occasione, anche se vi ha fatto una cattiva prima impressione. Indagine mediocre e forzatamente soscio-psico-analitica che vorrebbe indagare il mondo della cinematografia di paura e finisce per disperdersi nelle premesse, affrontando il tema centrale in modo molto superficiale.
Per di più, molti dei titoli citati non fanno parte del filone horror, su stessa ammissione dell'autore: e allora perchè occuparsene ampiamente, lasciando a pellicole attinenti poche righe?
Il tono di questa opera è quello di una tesi di laurea, e neanche delle più riuscite: pedissequa, con poche fonti esaurienti, scarso approfondimento e assai più scarsa originalità nell'affrontare la tematica. Restano per altro fuori dall'analisi molti film e registi importanti, e nel complesso il risultato è assai insoddisfacente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO