€ 13.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Brooklyn senza madre

Brooklyn senza madre

di Jonathan Lethem


  • Editore: Bompiani
  • Collana: I grandi tascabili
  • Traduttore: Grimaldi L.
  • Data di Pubblicazione: aprile 2014
  • EAN: 9788845275418
  • ISBN: 8845275418
  • Pagine: 314
  • Formato: brossura
Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Lionel Essrog, per tutti Testadipazzo, ha la tendenza a cacciarsi nei guai: la sindrome di Tourette lo rende un ribelle dalle frasi sconnesse, violento e pieno di imprevedibili tic. Senza genitori e senza pace, la sua esistenza è colorata da urla e pugni sferrati all'improvviso. La sua salvezza si chiama Frank Minna, un mafioso di poco conto a Brooklyn, che lo tira fuori dall'orfanotrofio e lo trasforma nel suo tirapiedi. Quando però Minna viene pugnalato e il suo corpo senza vita gettato in un cassonetto, Testadipazzo si mette sulle tracce dell'assassino per difendere il suo fragile mondo, ingabbiato dalla malattia ma assetato di giustizia. Un noir che consegna alla letteratura contemporanea un personaggio esploratore dei bassifondi di New York con la stessa caotica determinazione con cui affronta il labirinto della propria mente.

I libri più venduti di Jonathan Lethem

Tutti i libri di Jonathan Lethem

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 2 recensioni)

4Brooklyn senza madre, 04-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Autore contemporaneo la cui particolarità è stat quella di esordire ormai già quarantenne, questa prova è multivalente: una storia hard-boiled (o una parodia di) che si lascia seguire, coinvolgendo a tratti; una storia di personaggi dropouts di Brooklyn, più interessanti anche se si affonda poco; una storia familiare, che però si scopre a poco a poco; e la storia di Lionel e della sindrome di Tourette. Questa è da un lato più interessante (in fondo è la colonna portante del libro), dall'altro lascia perplesso (traduzione, scelte stilistiche, altro? ). Cioè, Lionel è simpatico, ma i suoi scatti nevrotici borderline lasciano perplessi. Quanto di vero? Quanto di finzione letteraria? Alla fine, come dice Julia, va avanti perché la sua psicosi lo mostra cretino alla gente, e forse è il meno cretino di tutti. Adoro poi il suo soprannome (Testa di pazzo). Forse qualcosa più di mezza pagina andava spesa per descrivere qualche retroscena familiare (spero qualcuno mi faccia capire chi sia
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4nel segno della diversità, 09-08-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Lethem non sbaglia un colpo. non è un capolavoro assoluto come la FORTEZZA DELLA SOLITUDINE ma, pur essendo ancora acerbo, come scrittore, dimostra una grande capacità di esaminare l'animo umano riuscendo, con rara lucidità e con grande padronanza di linguaggio, a rendere vivi e pulsanti tutti i personaggi che "inventa" e creare storie assolutamente fuori dal normale. Insolita spy storia basata su un personaggio che soffre della cd. sindrome di tourette e che, con tutti i limiti posti dalla citata patologia, riesce laddove i cd "individui normali " non arrivano.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Gli altri utenti hanno acquistato anche...