€ 17.10€ 18.00
    Risparmi: € 0.90 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Bella e perduta. L'Italia del Risorgimento
€ 11.40 € 12.00
Disponibile in 5/6 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Bella e perduta. L'Italia del Risorgimento

Bella e perduta. L'Italia del Risorgimento

di Lucio Villari


  • Editore: Laterza
  • Collana: I Robinson. Letture
  • Edizione: 10
  • Data di Pubblicazione: novembre 2009
  • EAN: 9788842091028
  • ISBN: 8842091022
  • Pagine: 345
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

Dal 1796 al 1870 vi è stato un tempo della nostra storia nel quale molti italiani non hanno avuto paura della libertà, l'hanno cercata e hanno dato la vita per realizzare il sogno della nazione divenuta patria. È stato il tempo del Risorgimento quando la libertà significava verità. Anzitutto sentirsi partecipi di una Italia comune, non dell'Italia dei sette Stati, ostili tra loro e strettamente sorvegliati da potenze straniere. La conquista della libertà "italiana" è stata la rivendicazione dell'unità culturale, storica, ideale di un popolo per secoli interdetto e separato, l'affermazione della sua indipendenza politica, la fine delle molte subalternità alla Chiesa del potere temporale, l'ingresso nell'Europa moderna delle Costituzioni, dei diritti dell'uomo e del cittadino, del senso della giustizia e del valore dell'eguaglianza ereditati dalla rivoluzione francese. Un'Italia dolente, notturna, divisa, risvegliata alla libertà. Le armi, le parole di un popolo che scopre se stesso dopo secoli di servitù. Giovani che hanno combattuto per l'unità e l'indipendenza della nazione. Questo è stato il Risorgimento. E questo resta l'orizzonte storico insormontabile della nostra identità nazionale e del nostro Stato democratico.

Tutti i libri di Lucio Villari

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Bella e perduta. L'Italia del Risorgimento acquistano anche La via italiana al totalitarismo. Il partito e lo Stato nel regime fascista di Emilio Gentile € 17.10
Bella e perduta. L'Italia del Risorgimento
aggiungi
La via italiana al totalitarismo. Il partito e lo Stato nel regime fascista
aggiungi
€ 34.20

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 3 recensioni)

5Viva l'Italia unita, 07-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Indispensabile per ricordare le tappe principali che hanno portato gli Italiani ad unirsi nel 1861. L'autore sostiene che la motivazione più forte che ha sospinto il risorgere dell'Italia sia stata quella della giustizia. La questione europea dell'unificazione italiana è stata risolta in questi termini: l'Italia deve essere unita perchè è giusto così.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Da leggere per ritrovarsi, 26-02-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi è capitato di leggere questo libro proprio nei giorni in cui si litigava aspramente per decidere se celebrare o no l'unità d'Italia con un giorno di festa. Beh, è stato un balsamo rivivere, attraverso le parole semplici e pacate dello storico Lucio Villari, le vicende del Risorgimento, un tempo della nostra storia in cui gli Italiani, pur divisi e sopraffatti, non hanno avuto paura di battersi fino alla morte per la libertà e l'indipendenza. Un libro importane, dunque, che consiglio vivamente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4chiarezza sul Risorgimento, 02-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un ottimo modo per fare un bel ripasso storico su quello che è stato il Risorgimento e su queli sono le tappe che hanno portato all'unità d'Italia.
L'autore racconta quasi un secolo di storia, partendo dall'epoca napoleonica, in modo accurato e dettagliato, senza tuttavia essere mai pesante, anzi riuscendo ad essere scorrevole e di facile lettura. Tutto questo è dovuto al fatto che, oltre al reconto storico degli avvenimenti, nel libro sono inframezzate anche considerazioni tratte dagli scritti dei vari protanisti dell'epoca.
Senza indulgere in facili sentimentalismi patriottici o in tentativi, ormai di moda, di criticare per partito preso tutto il percorso dell'unità d'Italia, l'autore presenta i fatti così come si sono svolti ed i personaggi per quello che erano e dicevano, aiutando chi legge a capire ma lascianogli poi la libertà di formarsi una propria opinione.
L'ho finito in contemporanea con il resoconto di Paolo Rumiz del suo viaggio sulle orme di Garibaldi e i Mille, la lettura parallela dell'ultimo capitolo del libro e degli articoli di Rumiz oltre ad essere molto piacevole aiuta l'uno ad integrare l'altro (tutti gli articoli di Rumiz si trovano sul sito di Repubblica).
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti