€ 9.40€ 10.00
    Risparmi: € 0.60 (6%)
Spedizione a 1 euro sopra i € 25
Disponibilità immediata

Disponibile in altre edizioni:

La bella estate
€ 11.90 € 14.00
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
La bella estate

La bella estate

di Cesare Pavese


Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

Scritto nel 1940, questo racconto, ora riproposto da solo, venne pubblicato solo nel 1949, nel volume dal titolo omonimo che comprendeva "Il diavolo sulle colline" e "Tra donne sole". È la storia di Ginia e, più in generale, della scoperta della vita da parte di un'adolescente. Dall'ambiente operaio al quale appartiene, Ginia entra in contatto con alcuni esponenti di una bohème pseudo-artistica e intellettuale: studenti, eccentrici perdigiorno e pittori dilettanti, che si incontrano nei caffè e abitano nelle soffitte. La ragazza si innamora di Guido, un pittore di origine contadina e, dopo aver vinto le resistenze interiori e i rimorsi residui, si lascia alla fine sedurre. È l'inizio della sua dolorosa maturazione come donna.

I libri più venduti di Cesare Pavese

Tutti i libri di Cesare Pavese

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano La bella estate acquistano anche La luna e i falò di Cesare Pavese € 11.28
La bella estate
aggiungi
La luna e i falò
aggiungi
€ 20.68

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su La bella estate e condividi la tua opinione con altri utenti.


Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 1 recensione)

5Il racconto che ti fa piangere, 21-02-2017
di - leggi tutte le sue recensioni
Il racconto di Pavese che santifica la giovinezza. Ginia è il nostro fanciullino. Spensierata, in balia delle proprie emozioni, come lo siamo stati tutti a sedici anni. Consiglio la lettura di questa edizione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Romanzo sulla giovinezza, 27-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questa storia mi è piaciuta parecchio, sebbene in alcuni tratti mi perdessi per la scrittura "insolita" per me, visto che non sono abituata a leggere i classici. Non è un libro che definirei "bello", è un libro concepito per disturbare, per mettere il lettore di fronte a una serie di situazioni sgradevoli e drammatiche presentate però quasi con distacco, come se non ci fosse motivo di stupirsi, come se fosse necessario limitarsi ad accettare la realtà delle cose. Un libro tosto, molto duro, in cui si sente forte e chiaro lo sguardo, il tono di voce di Pavese.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Da leggere, 15-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro molto intenso e ricco di spunti che invitano il lettore alla riflessione. Tra le pagine troviamo un insieme di emozioni, sentimenti, desideri e aspirazioni che spingono ad adorare la vita e a viverla in pieno con tutte le sue sfumature. Protagonista del primo racconto è una giovane sarta di sedici anni desiderosa di crescere e di scoprire ciò che la vita le riserva. Un giorno Ginia conosce Amelia, la quale la introduce nel mondo dell'arte e degli artisti, ma gli ostacoli non mancheranno. Un libro tutto da leggere... Lo consiglio!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4La bella estate, 26-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
In puro stile Pavese, piccolo ma immenso nella sua filosofia del dolore. Un libro fatto della stessa materia del dolore; quello che si prova scoprendo le regole del vivere. L'estate è quella dell'innocenza, del fuoco che brucia pulito corpo e desiderio, e che poi si scopre sporco e contaminato.
L'amore è per Pavese ciò che conduce lontano dalla Bellezza; il tarlo amaro che si insinua nella carne. Pavese è così: tutto sangue e materia viva. E il mondo è il gigante freddo che riduce il cuore in pezzi sparsi di ghiaccio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5La bella estate, 04-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Adoro Pavese. Per me, e scusate l'esagerazione, si merita il nobel per la letteratura! Questo specifico romanzo può essere considerato punto di virata nello stile e nella personale filosofia di Pavese: cambiamento evidente nei sueccessivi romanzi della trilogia della bella estate. Stupendo testo, breve, perfetto stilisticamente. Da leggere, può essere un primo passo per conoscere uno dei più grandi scrittori di tutti i tempi! Leggete i saggi, aiutano a capire la mitologia personale di Pavese che era grande studioso di mitologia!
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su La bella estate (8)


Prodotti correlati

Gli altri utenti hanno acquistato anche...

Ultimi prodotti visti