€ 18.00
Attualmente non disponibile, ma ordinabile (previsti 15/20 giorni lavorativi)
Effettua l'ordine e cominceremo subito la ricerca di questo prodotto. L'importo ti sarà addebitato solo al momento della spedizione.
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Bambole di Santa Giuletta. Dalle fabbriche del primo dopoguerra al Museo della Bambola di oggi

Bambole di Santa Giuletta. Dalle fabbriche del primo dopoguerra al Museo della Bambola di oggi

di Loretta Ravazzoli


Attualmente non disponibile, ma ordinabile (previsti 15/20 giorni lavorativi)
  • Editore: Libreria Ticinum
  • Data di Pubblicazione: 2015
  • EAN: 9788890986673
  • ISBN: 8890986670
  • Pagine: 100

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

"Bambole di Santa Giuletta" scritto da Loretta Ravazzoli, studiosa e ricercatrice del paese omonimo in provincia di Pavia, ripercorre la storia, la nascita e lo sviluppo delle diverse fabbriche che, a partire dagli anni Trenta, hanno costruito bambole e dato lavoro, nel massimo della loro espansione, a oltre 1000 persone. Marchi come Fata, Liala, Diva, Silba, Alba, Giulietta, Farida, Rossella, Monel e La Monel, Lilly, Miva, Milena, Aldo Milanesi, Valentini Alessandro, Nuova Diva, Liana e Nuova Liana, oggi forse dicono poco ma all'epoca erano all'avanguardia e producevano ed esportavano in tutto il mondo bambole imbottite, poi modellate in cartapesta e infine in plastica e in polistirolo, con una cura nelle vestizione e nella creazione, che ne hanno fatto oggi come allora oggetto di collezionismo. Il volume racconta la storia e la nascita di questo particolare distretto delle bambole grazie a Teresio Garbagna e a Luigi Porcellana, due ragazzi che hanno studiato (in un paese dove la scolarità infantile era in crisi perché tutti lavoravano la terra) e hanno rilevato da Milano la realtà industriale presso la quale lavoravano.


Gli altri utenti hanno acquistato anche...